Dichiarazione IMU 2012: istruzioni ed esenzioni per Roma e Milano

di Noemi Ricci

scritto il

Guida alla presentazione della Dichiarazione IMU 2012 nei Comuni di Roma e Milano: ecco le istruzioni e l'indicazione di coloro che non sono tenuti alla comunicazione.

Con l’introduzione dell’IMU nel decreto Salva Italia, tutti i proprietari di immobili con variazioni rispetto alla situazione ICI che producono effetti sul calcolo dell’imposta (cambio di possesso, modifiche strutturali e tutti gli altri casi indicati all’ art. 13, comma 12-ter del D.L. 201/2011 (decreto Salva Italia) dovranno presentare entro il 4 febbraio 2013 la Dichiarazione IMU 2012.

Scarica il Modello di Dichiarazione IMU 2012

Dopo la pubblicazione del modello definitivo per la Dichiarazione IMU 2012 approvato con il decreto ministeriale del 30/10/2012 prot. 23899 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 258 del 05/11/2012 con e le relative istruzioni per la compilazione – il Tesoro ha ufficializzato la proroga al 4 febbraio 2013 (comunicato stampa del MEF n. 172 del 28 novembre 2012), grazie all’approvazione di un emendamento al Decreto sui costi della politica nelle Regioni.

Data che però, lo ricordiamo, riguarda solo questo primo anno di applicazione dell’IMU. Successivamente la dichiarazione IMU andrà presentata entro 90 giorni dalla data in cui interverranno le variazioni. I Comuni di Roma e di Milano, oltre a supportare i contribuenti dell’importante adempimento fiscale con guide ed istruzioni per il calcolo ed il pagamento dell’imposta (leggi le istruzioni), hanno pubblicato sui propri siti un vademecum per la compilazione delle Dichiarazioni IMU.

Esenzioni

Nelle istruzioni pubblicate dal Ministero insieme al modello definitivo per la Dichiarazione IMU, viene chiarito che  non è necessario presentare la dichiarazione IMU in tutti i casi in cui il Comune di riferimento ha o può accedere alle informazioni necessarie ai fini tributari.

È questo il caso delle prime abitazioni e relative pertinenze (i dati del nucleo famigliare sono già in possesso del Comune); di chi ha modificato le mappe catastali (i dati sono a conoscenza dell’Agenzia del Territorio); di coloro che godono di detrazioni per i figli a carico (le informazioni possono essere estratte dall’anagrafe).

Sono invece tenuti alla comunicazione i proprietari di prime case, se i coniugi hanno stabilito dimora e residenza anagrafica in due immobili differenti, potendo solo uno dei due godere delle agevolazioni.

Comune di Roma

Sul proprio sito istituzionale il Comune di Roma Capitale chiarisce le modalità con cui presentare la Dichiarazione IMU:

  • recandosi personalmente presso i Municipi o al Dipartimento Risorse Economiche in Via Ostiense n. 131/L;
  • inviandola per posta raccomandata senza ricevuta di ritorno indirizzata al Dipartimento Risorse Economiche, Via Ostiense n. 131/L – 00154 Roma, indicando sulla busta chiusa la dicitura “Dichiarazione IMU 2012”;
  • utilizzando la PEC per inviarla in allegato all’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune  protocollo.risorseeconomiche@pec.comune.roma.it.

Vengono poi ricapitolati i casi più comuni nei quali va presentata la Dichiarazione IMU, ovvero per immobili:

  • dati in locazione finanziaria;
  • dati in concessione amministrativa su aree demaniali;
  • assegnati ad un socio della cooperativa edilizia a proprietà divisa, in via provvisoria;
  • assegnati ad un socio della cooperativa edilizia a proprietà indivisa o a cui sia cambiata la destinazione ad abitazione principale dell’alloggio;
  • classificabili nel gruppo catastale D, non iscritto in catasto, ovvero iscritto, ma senza attribuzione di rendita, interamente posseduto da imprese e distintamente contabilizzato;
  • cui sia intervenuta una riunione di usufrutto, non dichiarata in catasto;
  • cui sia intervenuta un’estinzione del diritto di abitazione, uso, enfiteusi o di superficie;
  • le cui parti comuni indicate nell’art. 1117, n. 2 del codice civile siano accatastate in via autonoma, come bene comune censibile;
  • oggetto di diritti di godimento a tempo parziale di cui al D.Lgs. 9 novembre 1998, n. 427 (multiproprietà);
  • posseduti, a titolo di proprietà o di altro diritto reale di godimento, da persone giuridiche interessate da fusione, incorporazione o scissione;
  • oggetto di acquisto o vendita, con effetto sul diritto reale sull’immobile, come previsto dalla legge.

Comune di Milano

La Dichiarazione IMU 2012 su immobili nel territorio di pertinenza del Comune di Milano, può essere:

  • spedita in busta chiusa riportante la dicitura “Dichiarazione IMU – anno di riferimento” indirizzata a “Servizio IMU – Via Silvio Pellico 16, 20121 Milano”, tramite raccomandata senza ricevuta di ritorno, o altro mezzo equivalente che permetta di conoscere con certezza la data di spedizione;
  • inviata per mezzo della posta certificata, inviandola all’indirizzo PEC del Comune di Milano (protocollo@postacert.comune.milano.it);
  • consegnata a mano, presso il Comune di Milano recandosi o in Via Silvio Pellico 16, Protocollo del Settore Finanze e Oneri Tributari (aperto dalle 8.35 alle 15.30, dal lunedì al venerdì) o in Via Larga 12, Protocollo Generale (aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 15.30).

=>Per altri dettagli vai allo Speciale IMU