La riforma IRPEF per il quarto scaglione: novità ed esempi

di Barbara Weisz

Impatto della riforma fiscale 2022 sul nuovo quarto scaglione IRPEF, con aliquota al 43% sopra i 50mila euro di reddito: risparmi fino a 500 euro.

I redditi intorno ai 50mila euro sono quelli che, in base al nuovo calcolo IRPEF post riforma, hanno il maggior risparmio fiscale, intorno ai 500 euro, con un picco che poi diventa discendente sopra questa soglia, mentre sul fronte della detrazioni cambia poco, non applicandosi l’agevolazione sul lavoro dipendente. Con la Riforma fiscale 2022, in generale, diventa più ampio il nuovo quarto scaglione IRPEF con aliquota al 43%, inglobando una piccola parte dell’ex terzo scaglione (i contribuenti con imponibile fra 50 e 55mila euro prima al 38%) oltre a coloro che guadagnano tra 55mila e 75mila euro (prima al 41%).

Vediamo con precisione cosa comporta la riforma in Manovra per questo scaglione di reddito, con retribuzione o pensione sopra 50mila euro.

Quarto scaglione IRPEF: reddito e aliquota

Con la riduzione dal quattro a cinque scaglioni IRPEF, questa fascia di reddito diventa l’ultima, comprendendo tutti coloro che guadagnano più di 50mila euro lordi l’anno, con aliquota fiscale al 43%. L’impatto è diverso a seconda della situazione precedente. I precedenti scaglioni distribuivano questi redditi su tre diversi gruppi:

  • fra 50 e i 55mila euro rientravano nel terzo con aliquota al 37%;
  • fra 55 e 75mila euro pagavano un’aliquota del 41%;
  • sopra i75mila euro applicava già il 43%.

Quindi, per riassumere, l’aliquota resta invariata per i redditi sopra 75mila euro ma sale per quelli più bassi, che adesso ricadono nello scaglione più oneroso.

Detrazioni lavoro dipendente e pensioni

Nel quarto scaglione IRPEF, la detrazione sul lavoro dipendente e sulle pensioni non si applica, quindi i calcoli sull’impatto della riforma fiscale per questa fascia di reddito si limitano alla nuova aliquota e limitatamente al redditi fra 50 e 55mila euro, perché perdono la quota di detrazione a cui precedentemente avevano diritto.

Risparmi: esempi di calcolo

  • Reddito da lavoro dipendente di 50.500 euro. Con aliquota al 43% sulla parte di reddito sopra i 50mila euro e senza detrazioni, questo contribuente pagherà un’IRPEF di 14.615, mentre con il vecchio sistema versava 15.122 euro: pur perdendo 163 euro di detrazione ottiene un complessivo risparmio fiscale di  500 euro.
  • Reddito da lavoro dipendente di 55mila euro. Con aliquota al 43% sulla parte di reddito sopra i 50mila euro, questo contribuente pagherà 16.550 euro di IRPEF per il 2022, con un risparmio fiscale di 400 euro.
  • Reddito da lavoro dipendente di 60mila euro. L’IRPEF 2022 sarà pari a 18.700 euro rispetto alla precedente imposizione di 19.270 euro, con un risparmio fiscale di circa 500 euro.
  • Reddito da lavoro dipendente di 70mila euro. IRPEF 2022 pari a 23mila euro rispetto alla precedente imposizione di 23.370 euro, con un risparmio di 370 euro.
  • Reddito da lavoro dipendente di 80mila euro. Nuova IRPEF pari a 27.300 euro con un risparmio di 270 euro.
  • Reddito da lavoro dipendente di 100mila euro. IRPEF 2022 pari a 35.900 euro con un risparmio di 270 euro.

Gli altri scaglioni: confronto dei risparmi IRPEF

=> Riforma 1° scaglione IRPEF: novità ed esempi di calcolo

=> Riforma 2° scaglione IRPEF: novità ed esempi di calcolo

=> Riforma 3° scaglione IRPEF: novità ed esempi di calcolo