Scadenze fiscali di Aprile: calendario aggiornato

di Redazione PMI.it

scritto il

Scadenze fiscali aprile 2021, il calendario aggiornato di tutti gli appuntamenti con il Fisco e gli adempimenti da non dimenticare.

Tanti gli appuntamenti con il Fisco che cadono in questo mese, dal versamento dei contributi INPS, alla dichiarazione IVA annuale, passando per IRPEF, IRES e IRAP, fino ad arrivare alla domanda di esonero del canone RAI. Vediamo in dettaglio, data per data, tutte le scadenze di aprile 2021 da segnare in calendario, tenendo conto anche di alcune proroghe, come ad esempio quella in precedenza fissata al 1° aprile ed ora rimandata al 1° ottobre come termine ultimo per adeguarsi al nuovo tracciato telematico per l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri.

=> Corrispettivi telematici: le nuove sanzioni 2021

Calendario fiscale di aprile

Scadenze 10 aprile

Il 10 aprile scade il termine per il pagamento dei contributi INPS relativi al primo trimestre 2021 da parte dei datori di lavoro di dipendenti che prestano servizi domestici e familiari (colf, badanti, assistenti familiari, baby sitter, governanti, camerieri e così via).

Scadenze 15 aprile

È stata prorogata al 15 aprile la scadenza per la comunicazione relativa al Superbonus 110% nel caso in cui si sia scelto di fruire delle opzioni alternativi al credito d’imposta in dichiarazione dei redditi, ovvero si sia optato per lo sconto in fattura o la cessione del credito.

=> Sconto in fattura e cessione Superbonus: opzione entro il 15 aprile

Scadenze del 16 aprile

Il 16 aprile 2021 è prevista la scadenza per gli adempimenti periodici a carico delle Partite IVA:

  • versamento IVA mensile, relativa al mese di marzo 2021, utilizzando il modello F24 – codice tributo 6003;
  • versamenti IRPEF, con F24, per ritenute alla fonte operate su redditi da lavoro dipendente e assimilati corrisposti a marzo 2021 (il sostituto d’imposta versa anche le addizionali regionali e comunali), redditi da lavoro autonomo corrisposti lo stesso mese, provvigioni per rapporti di mediazione, agenzia e rappresentanza sempre relativi a marzo;
  • versamento dei contributi INPS.

Stessa scadenza per i soggetti che esercitano attività di intrattenimento, che devono versare l’imposta relativa alle attività svolte con carattere di continuità nel mese di marzo, utilizzando il modello F24 – codice tributo 6728.

Sempre il 16 aprile scadono i termini per il versamento da parte delle società di capitali, gli enti pubblici e privati diversi dalle società, nonché i trust residenti nel territorio dello Stato che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali, delle ritenute sui dividendi corrisposti nel trimestre precedente, nonché delle ritenute sui dividendi in natura versate dai soci nel medesimo periodo.

Scadenze del 26 aprile

Il 26 aprile scadono i termini per la presentazione alla Agenzia delle Entrate, degli elenchi riepilogativi INTRASTAT sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi del mese precedente e del primo trimestre 2020 verso i soggetti dell’Unione Europea.

Scadenze del 30 aprile

L’ultimo giorno del mese cadono le scadenze per:

  • l’invio telematico della dichiarazione IVA 2021 per l’anno 2020 da parte dei titolari di partita IVA che esercitano attività d’impresa, o professionali;
  • l’acconto delle imposte dirette 2020, senza sanzioni e interessi, per i soggetti che si sono avvalsi della possibilità di non versare il secondo acconto delle imposte dirette in scadenza al 30/11/2020 offerta dal decreto Ristori;
  • la presentazione della richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale (Modello Iva TR);
  • l’invio dei dati del primo trimestre 2021 ai fini dell’Esterometro;
  • l’invio telematico della dichiarazione Uniemens relativa al mese precedente;
  • il versamento dell’imposta di registro pari al 2% del canone annuo, relativa ai contratti di locazione non soggetti a cedolare secca decorrenti dal 1° giorno del mese;
  • l’invio della dichiarazione sostitutiva per chiedere l’esonero dal canone RAI.

=> Sconto bolletta e canone RAI per le imprese nel DL Sostegni

Scadenze di aprile rimandate

Quest’anno si allungano i tempi legati alla dichiarazione dei redditi precompilata. Alcuni termini legati agli adempimenti necessari per la predisposizione del documento da parte del Fisco sono stati modificati:

  • dal 16 marzo al 31 marzo l’invio all’Agenzia delle Entrate delle Certificazioni Uniche e dei dati per le spese detraibili;
  • slittata dal 30 aprile al 10 maggio la data a partire dalla quale la precompilata sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Altri appuntamenti

Ricordiamo infine che per tutto il mese di aprile e fino al 28 maggio si potrà presentare la domanda per l’accesso ai contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni.

I Video di PMI