Tratto dallo speciale:

Dichiarazione dei Redditi e Precompilata: calendario scadenze 2021

di Redazione PMI.it

scritto il

Guida alle scadenze in calendario per la dichiarazione dei redditi precompilata 2021: consultazione, modifica e trasmissione dei modelli 730 e Redditi.

Si avvicinano nuove scadenze per la dichiarazioni dei redditi 2021, che questa interessano i contribuenti dopo quelle scadute a fine marzo per i sostituti d’imposta ed i soggetti obbligati all’invio dei dati ai fini della pre-compilazione dei modelli. Per quanto concerne le prossime dati in calendario, si tratta di quelle per la consultazione (rimandata dal 15 aprile aprile al 10 maggio) del 730 precompilato e del modello Redditi, a cui seguono a stretto giro quelle per la modifica o accettazione e per l’invio al Fisco. Vediamo dunque in dettaglio il calendario della dichiarazione dei redditi, con alcune importante scadenze che sono cambiate da quest’anno.

Precompilata 2021

Entro il 31 marzo 2021 (a seguito di proroga) i seguenti soggetti hanno provveduto all’invio delle informazioni ai fini della precompilazione delle dichiarazioni (730 e Redditi).

  • I sostituti d’imposta hanno trasmesso all’Agenzia delle Entrate e ai lavoratori la Certificazione Unica 2021;
  • Medici, odontoiatri, case di cura, professioni sanitarie, ottici e tutti gli altri soggetti obbligati all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria hanno inviato all’Agenzia delle Entrate le spese sanitarie sostenute nel 2020 da parte e di contribuenti.
  • I soggetti obbligati hanno trasmesso i dati relativi alle spese detraibili al Fisco, per consentire la predisposizione dei modelli dichiarativi precompilati. Tra i nuovi soggetti obbligati a tale invio ci sono quest’anno anche gli istituti scolastici, chiamati ad inviare i dati relativi alle spese scolastiche detraibili diverse dalle tasse scolastiche (contributi scolastici ed erogazioni liberali) sostenute dai contribuenti nel corso dell’anno di imposta 2020 con modalità di pagamento tracciabili (quindi sono escluse le tasse scolastiche versate tramite modello F24).

Ricordiamo che dall’anno di imposta 2020 la detrazione IRPEF al 19% spetta solamente nel caso in cui le spese siano state sostenute con sistemi di pagamento tracciabili, ad eccezione delle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici e le spese relative a prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche e da strutture private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale, che possono essere portate in detrazione anche se pagate in contanti. Entro la scadenza prevista per l’invio dei dati, i contribuenti dovevano anche comunicare all’Agenzia delle Entrate la propria opposizione all’utilizzo dei dati nella dichiarazione precompilata.

=> Precompilata: al Fisco solo spese tracciabili

Consultazione e modifica Precompilata

Sulla base dei dati ricevuti, l’Agenzia delle Entrate renderà disponibili per la sola consultazione le dichiarazioni dei redditi precompilate a partire dal 10 maggio. A tal fine, il Fisco invita i contribuenti:

  • alla verifica dei dati dei propri fabbricati e terreni (tramite Entratel/Fisconline),
  • a comunicare al datore di lavoro i dati del coniuge e dei familiari a carico
  • ad esercitare l’opzione per l’uso dei dati su spese sanitarie, universitarie e scolastiche, sulle erogazioni liberali.

N.B. Per quanto concerne tutte le successive date, si spetta una conferma ufficiale da parte dell’Agenzia delle Entrate, sul sito della precompilata. Basandosi sulle date 2020, destinate a rimanere fisse (proroghe Covid a parte), vediamo di seguito le singole scadenze per i diversi modelli e le diverse modalità di trasmissione.

Eventuali modifiche alla dichiarazione dei redditi precompilata potranno essere apportate (salvo slittamenti e proroghe) a partire dal 14 maggio 2021. Da questa data, sarà possibile accettare, modificare e inviare la dichiarazione tramite modello 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate, direttamente tramite l’applicazione web; utilizzare la compilazione assistita del quadro E; modificare il modello Redditi precompilato, che potrà invece essere inviato dal 19 maggio.

Entro il 25 maggio si potrà inviare il modello Redditi aggiuntivo del 730 e correttivo per sostituire un modello già inviato, oppure per annullare il 730 inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite applicazione web (l’annullamento del 730 si può fare solo una volta fino al 22 giugno).

  • Il 30 settembre è l’ultimo giorno per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate tramite web.
  • Il 26 ottobre è l’ultimo giorno per presentare, al Caf o professionista, il 730 integrativo se l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata.
  • Il 10 novembre è l’ultimo giorno per presentare il 730 correttivo tramite web.
  • Il 30 novembre (salvo proroghe) è il termine di presentazione di Redditi PF.
  • Il 10 dicembre è l’ultimo giorno per il Redditi precompilato e d il Redditi correttivo del 730.

Trasmissione della dichiarazione

  • 15 giugno 2021: invio dichiarazioni presentate entro maggio al sostituto di imposta o al CAF/professionista abilitato;
  • 29 giugno 2021: invio dichiarazioni presentate tra il 1° giugno e il 20 giugno 2021;
  • 23 luglio 2021: invio dichiarazioni presentate al CAF/professionista o al sostituto dal 21 giugno al 15 luglio 2021;
  • 15 settembre 2021: invio dichiarazioni presentate dal 16 luglio al 31 agosto 2021;
  • 30 settembre 2021: invio dichiarazioni presentate dal 1° al 30 settembre 2021 e per i modelli 730 precompilati inviati in via autonoma;
  • 25 ottobre 2021: presentazione da parte del contribuente delle dichiarazioni integrative al CAF/professionista;
  • 10 novembre 2021: trasmissione al Fisco, da parte del CAF/professionista, della dichiarazione integrativa;
  • 30 novembre 2021: invio del modello Redditi precompilato.