TARI ridotta senza raccolta rifiuti

di Redazione PMI.it

scritto il

L’impresa può chiedere la riduzione della TARI se il Comune non ha svolto regolarmente il servizio di raccolta dei rifiuti.

Se il Comune non provvede alla raccolta dei rifiuti, la TARI può essere ridotta fino al 40%. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza 19767 del 22 settembre 2020, ha messo nero su bianco le conseguenze in caso di disservizio da parte dell’Ente locale, accogliendo il ricorso di un’impresa che aveva chiesto al Comune di Nola una riduzione dell’imposta dato la mancata raccolta dei rifiuti.

Secondo la Cassazione, la TARI è rappresenta un tributo dovuto da parte di un singolo soggetto in relazione all’espletamento di un servizio nei confronti della collettività da parte dell’Ente pubblico, pertanto se questo viene a mancare è necessario provvedere a un ricalcolo dell’imposta stessa.

A entrare in gioco, secondo i giudici, è anche la distanza dal più vicino punto di raccolta, come si legge sull’ordinanza.

=> Calcolo TARI per gli studi professionali

Nelle zone in cui non è effettuata la raccolta, la TARI è dovuta in misura non superiore al 40 per cento della tariffa da determinare, anche in maniera graduale, in relazione alla distanza dal più vicino punto di raccolta rientrante nella zona perimetrata o di fatto servita.

I Video di PMI

Locazione beni immobili: le sanzioni