Certificazione Unica: le novità del Modello CU 2020

di Redazione PMI.it

scritto il

Guida completa alla Certificazione Unica 2020: tutti i modelli e le istruzioni di compilazione, le novità su agevolazioni e detrazioni, il calendario delle scadenze di consegna e invio.

E’ online dal 15 gennaio la versione finale del Modello CU/2020 per la Certificazione Unica (modello ordinario e sintetico, istruzioni di compilazione e specifiche per la trasmissione).

Come noto, si tratta della modulistica che i sostituti d’imposta devono compilare e consegnare al Fisco e ai diretti interessati per l’attestazione dei redditi di lavoro autonomo e dipendente, equiparato e assimilato, per le indennità di fine rapporto, le prestazioni in forma di capitale dei fondi pensione, le provvigioni e i redditi diversi, assieme ai dati contributivi, previdenziali, assicurativi e dell’assistenza fiscale.

Come per il modello 730/2020, anche per la Certificazione Unica ci sono delle novità 2020.
Vediamole in dettaglio.

  • Premi di risultato anni precedenti: nella CU 2020 trova spazio un nuovo campo, per indicare in cui l’anno la conversione del premio di risultato in soluzioni di welfare aziendale non coincida con il periodo d’imposta in cui avviene l’erogazione dei benefit.
  • Aliquote TFS: dal momento che l’articolo 24 del DL 4/2019 sulla detassazione del Trattamento di Fine Servizio ha ridotto l’imposta ai sensi dell’articolo 19, comma 2-bis del Tuir – con tre aliquote variabili in base al momento in cui il TFS viene erogato rispetto alla cessazione del rapporto di lavoro – nella Certificazione Unica 2020 fanno la loro comparsa i relativi tre nuovi campi.
  • Campione d’Italia: nella CU 2020 è presente una nuova, specifica, sezione dedicata ai residenti del relativo Comune, dal momento che il DL 119/2018 ha modificato l’articolo 188-bis del Tuir prevedendo che tutti i redditi non di impresa prodotti in euro concorrano a formare il reddito complessivo con una riduzione del 30% e abbattimento minimo di 26.000 euro.
  • Detrazione IRPEF non goduta per incapienza sul trattamento economico accessorio del personale del comparto sicurezza e difesa in costanza di servizio nel 2019.
  • Impatriati: nelle istruzioni di compilazione è previsto uno specifico capitolo sulle agevolazioni per il rientro dei cervelli istituite dal Decreto Fiscale collegato alla Manovra di Bilancio 2020.

Calendario 2020

Ecco le scadenze fiscali per la trasmissione e la consegna della CU al Fisco ed al lavoratore o pensionato:

  • 9 marzo (il 7 cade di sabato) per l’invio del Modello ordinario all’Agenzia delle Entrate
  • 31 marzo per la consegna del Modello sintetico ai diretti interessati;
  • 31 ottobre per l’invio telematico al Fisco dei dati sulle CU contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata.

Tutti i modelli e le specifiche sono online sulla pagina dedicata del sito web dell’Agenzia delle Entrate.

I Video di PMI

Visite fiscali INPS per malattia dei dipendenti