Tratto dallo speciale:

Fattura elettronica: generatore QR Code

di Barbara Weisz

scritto il

Guida alla nuova app per emettere una fattura elettronica veloce tramite QR Code e software per la e-fattura offline: i nuovi strumenti Agenzia Entrate.

Entra nel vivo la nuova app per l’emissione di fattura elettronica tramite QR Code e l’invio al Sistema di Interscambio, con un pacchetto software che consente di predisporre la e-fattura anche senza connessione a Internet: l’Agenzia delle Entrate ricorda infatti la disponibilità dei nuovi strumenti per imprese e Partite IVA alle prese con i nuovi obblighi di fatturazione elettronica.

In particolare, la appFATTURAe” è rivolta ai titolari di partita IVA in possesso delle credenziali Entratel, Fisconline o SPID. Disponibile su Android e iOS, consente di inviare in modo rapido le e-fatture utilizzando specifico QR Code, codice a barre che acquisisce in automatico tutti i dati del cliente, compreso l’indirizzo telematico a cui inviare la fattura. Senza bisogno di compilazione manuale e con maggiore sicurezza nell’invio e ricezione del documento contabile.

Il codice può essere generato direttamente dal titolare Partita IVA oppure da un suo intermediario delegato. Per ottenerlo, in formato immagine o in PDF, bisogna accedere al Cassetto fiscale o al portale “Fatture e corrispettivi” utilizzando le credenziali. Segnaliamo il video-tutorial che fornisce tutte le delucidazioni sul canale Youtube delle Entrate.

In generale, la app prevede una procedura guidata che aiuta a predisporre la fattura, consentendo di scegliere un modello di fattura ad hoc. La app comunica con il Sistema di Interscambio (SdI). La piattaforma web consente di inviare, ricevere e conservare le fatture (in questo caso, ci vuole la sottoscrizione di apposito accordo), acquisire il QR-Code del cliente.

L’Agenzia mette a disposizione anche un pacchetto software, da installare sul proprio computer, che consente di predisporre le e-fatture in modalità offline, quindi in un momento in cui non si è connessi a Internet. Questa soluzione agevola chi non ha una connessione stabile o continua, oppure si trova in mobilità.

Infine, sul portale “Fatture e corrispettivi”, c’è il servizio che consente di registrare l’indirizzo telematico su cui ricevere le fatture elettroniche.