Welfare, che impresa: Call per start-up sociali

di Teresa Barone

scritto il

Selezione di progetti promossi dalle start-up sociali: al via la Call for ideas “Welfare, che impresa!”.

Si rivolge alle a start-up sociali la Call for ideasWelfare, che impresa!”, promossa dalla Fondazione Italiana Accenture, UBI Banca e Fondazione Bracco con il contributo scientifico di Aiccon e Politecnico di Milano – Tiresia. L’obiettivo è quello di valorizzare e sostenere progetti di welfare di comunità.

=> Imprese sociali, riforma del Terzo Settore

Call for ideas

Possono partecipare alla Call le start-up sociali che abbiano una maggioranza di componenti under 35 o under 40 se imprese femminili, in grado di generare impatto sociale e favorire nuova occupazione di soggetti svantaggiati, prevedere l’uso della tecnologia ed essere economicamente sostenibili.

Progetti

Le proposte progettuali devono riguardare quattro ambiti specifici: agricoltura sociale, turismo sociale, welfare culturale e servizi alla persona.

Premi

Sono previsti due premi destinati ai migliori progetti del Centro-Nord Italia e del Sud, pari a 20 mila euro. Sarà concesso anche un finanziamento di 50 mila euro ciascuno messo a disposizione di Ubi Banca. I progetti selezionati potranno accedere a un percorso di incubazione di 4 mesi per lo sviluppo delle idee progettuali, gestito rispettivamente da PoliHub per il Centro-Nord e da Campus Goel per il Sud).

Candidature

Per partecipare alla Call c’è tempo fino al 2 settembre 2016, come indicato sul sito ufficiale dell’iniziativa.