TASI e le altre a Roma: approvato il bilancio 2014

di Teresa Barone

scritto il

Tutte i rincari e le novità del bilancio 2014 di Roma Capitale: IRPEF, TASI, occupazione suolo pubblico, tassa di soggiorno, tariffe di sosta, ZTL, asili nido, ecc.

L’assemblea capitolina ha detto si al bilancio 2014 mettendo nero su bianco numerose misure volte a favorire nuove entrate (244 milioni di euro in più rispetto al 2013) e a tagliare le spese (150 milioni di euro in meno), con l’obiettivo di dirottare maggiori risorse per: sociale (7,8 milioni), manutenzione stradale (4 milioni), cultura (5,7 milioni), interventi ambientali (4,5 milioni), interventi per il settore sportivo (1,4 milioni).

TASI e IRPEF

Per quanto concerne la TASI, l’aliquota sarà pari al 2,5 per mille sulla prima casa e all’11,4 per mille sulle seconde abitazioni  (+65 milioni di euro di gettito previsto).  Esenti le seconde case date in comodato ai figli ma solo se con un reddito inferiore a 15mila euro: in questo caso l’aliquota sarà al 2,5. A conti fatti la tassa sui rifiuti subisce un incremento pari al 4% (+42 milioni di euro).

=> TASI Roma: aliquote e detrazioni 2014

L’IRPEF rimane ferma al 9 per mille, con esenzione dell’addizionale comunale per circa 530mila cittadini con reddito inferiore a 10mila euro.

Tassa di soggiorno

Salgono gli importi relativi alla tassa di soggiorno per gli hotel di lusso (5 stelle), che imporranno 7 euro invece di 3.

OPS

La tassa di occupazione del suolo pubblico per le piazze del centro storico subisce sensibili rincari, mentre aumentano anche i coefficienti moltiplicatori applicati per i camion bar (+ 3,5 volte) e venditori di souvenir (+3 volte).

Parcheggi e ZTL

A subire aumenti sono anche le tariffe sui parcheggi e i permessi per le zone a traffico limitato. Le strisce blu passano ad una tariffa oraria di 1,50 euro (+50 centesimi), mentre i permessi per la ZTL decuplicano nel centro storico. Infine, aumentano anche i costi degli asili nido (per incrementarli di 400 nuovi posti) e i biglietti dei musei comunali.

Affissioni

Il nuovo  degli impianti che prevede la riduzione del 38% degli impianti pubblicitari, con cartelloni più piccoli, zone vietate (aree naturali, rive del Tevere, muraglioni e parchi pubblici) e niente pubblicità con contenuti che incitano al sessismo o alla violenza.

=> Leggi tutte le news per le PMI del Lazio

Roma Capitale ha previsto infine un Buono Casa da 700-800 euro per le famiglie ospitate nei residence. Inoltre, ha programmato la realizzazione di 1.072 nuove case popolari per circa 3mila persone.

 

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali