Dl fiscale: bonus occupazione e detassazione utili per le imprese

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus per le imprese che non licenziano, parziale risarcimento della PA verso le aziende e defiscalizzazione degli utili d'impresa reinvestiti, ma solo per l'acquisto di beni strumentali: oggi al voto

Il pacchetto anti-crisi da oltre 2,5 mld di euro, oggetto del decreto fiscale oggi al varo del Consiglio dei Ministri, potrebbe deludere le aspettative di numerose Pmi.

Da quanto anticipato, le uniche spese ammissibili per la detassazione degli utili d’impresa reinvestiti saranno solo quelle per l’acquisto di beni strumentali, soprattutto nuovi macchinari.

Esenzione fiscale ma solo per alcune tipologie di investimento, dunque. E solo per alcune fasce d’impresa, ossia quelle che spendono soprattutto per macchinari piuttosto che in servizi o innovazione.

Ma la vera novità della giornata è la conferma del bonus occupazione per le imprese che non licenziano, misura che si aggiungerà alla detassazione degli utili reinvestiti dalle società e al Tremonti-ter per le imprese.

Fonti governative hanno anche confermato le misure in arrivo per l’aumento oltre l’attuale tetto dei 516mila euro delle compensazioni fra crediti e debiti d’imposta delle imprese verso la Pubblica Amministrazione, misura che va ad aggiungersi all’introduzione nel Dl odierno della norma che rende nulle tutte le clausole bancarie sul massimo scoperto.

I Video di PMI