Lavoratori Socialmente Utili: assegni al via

di Noemi Ricci

scritto il

Lavoratori socialmente utili in Campania, Puglia e Sardegna: al via assegni e politiche attive per il loro reinserimento lavorativo.

Il Ministero del Lavoro ha siglato le necessarie convenzioni con le Regioni Campania, Puglia e Sardegna per assicurare la copertura dell’assegno per i Lavoratori Socialmente Utili (LSU) nel 2017. Obiettivo, offrire un’opportunità  (realizzazione di opere e fornitura di servizi di pubblica utilità) a lavoratori temporaneamente sospesi dal lavoro e percettori di sostegno al reddito.

Si tratta di soggetti in stato di svantaggio nel mercato del lavoro (disoccupazione, mobilità, cassa integrazione guadagni straordinaria) che, in questo modo,  sono impiegati a beneficio di tutta la collettività. Secondo le stime INPS oggi in Italia vi sono circa 15.000 lavoratori socialmente utili per un costo di circa 70 milioni annui.

=> Lavoratori socialmente utili, novità pensioni

Terminato l’esame da parte degli organi di controllo, le convenzioni sono diventate operative con una copertura, per il 2017, complessiva di 40 milioni 762mila 885 euro a carico del Fondo Sociale per Occupazione e Formazione. Risorse che serviranno per assicurare la copertura degli assegni ai lavoratori socialmente utili ma anche a dare attuazione a misure di politica attiva del lavoro in loro favore, puntando alla loro stabilizzazione lavorativa.

Fonte: Ministero del Lavoro.

I Video di PMI

Consultazione dei sussidi di disoccupazione INPS