Pensione di Cittadinanza o di inabilità: importo e requisiti a confronto

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Augusto chiede:

Sono inabile al lavoro al 100% e compio 67 anni a novembre di quest’anno: cosa succederà da quel momento in termini pensionistici? Posso fare la domanda di Pensione di Cittadinanza? Nel caso, a quanto ammonterà?

Essendo inabile al lavoro, potrebbe avere già diritto al Reddito di Cittadinanza prima dei 67 anni, momento in cui si trasformerebbe in automatico in Pensione di Cittadinanza.

requisiti di reddito sono infatti gli stessi: ISEE fino a 9.360 euro, patrimonio immobiliare massimo di 30mila euro, patrimonio mobiliare di 6mila euro più 2mila per ogni componente del nucleo familiare, fino a un massimo di 10mila euro.

L’unica differenza è la sottoscrizione di un patto per il lavoro, ma nel caso di inabilità superiore al 45% o anche solo al 33% (dipende dalla fattispecie di inabilità al lavoro in cui si ricade) questo ulteriore vincolo decade ed allora si può ottenere il Reddito di Cittadinanza anche senza disponibilità a lavorare. L’importo del beneficio può arrivare a 840 euro mensili.

Poi, al compimento dei 67 anni, il sussidio diventerebbe automaticamente Pensione di Cittadinanza, mantenendo lo stesso importo se non varia la situazione familiare.

Volevo segnalarle un’altra cosa. L’inabilità al 100%, in presenza di determinati requisiti di reddito, le dà diritto anche alla pensione di inabilità anche se l’importo è inferiore: 291,69 euro al mese.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz