I caregiver familiari chiedono il riconoscimento come lavoratori

di Redazione PMI.it

scritto il

L'appello dei caregiver familiari per il riconoscimento del proprio lavoro e la richiesta di approvare il Disegno di Legge che giace in Senato.

Il Disegno di Legge sui caregiver è ancora fermo in Senato (XI Commissione) mentre sono tantissime le persone che aspettano che venga approvato per vedersi riconoscere il lavoro svolto. Si tratta del DdL S.1461 (Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare). Un provvedimento importante per tutti coloro che si prendono cura di familiari disabili o non autosufficienti (si tratta al 90% di donne), perché prevede il riconoscimento dei caregiver come lavoratori, abbiano garantito un minimo di stipendio e tutele per malattia, ferie e riposi.

=> Fondo Caregiver: come accedere a contributi e bonus 2021

L’appello dei caregiver

Le associazioni dei genitori disabili hanno di recente rinnovato il proprio appello per affrontare una “non più procrastinabile emergenza”. In particolare, si chiede ai Ministeri Salute e Lavoro un censimento dei caregiver familiari italiani ed una valutazione del questionario realizzato su un campione di 1.500 caregiver – oggi arrivato a oltre 2.000 risposte – che fotografa i bisogni connessi a questa figura e la drammatica situazione dei caregiver familiari italiani.

Il lavoro dei caregiver, spiega l’Associazione, non può essere sostituito da interventi statali, ecco perché si chiede allo Stato italiano di riconoscere i caregiver familiari come lavoratrici e lavoratori.

Non chiediamo trattamenti di favore ma molto semplicemente di uscire dall’invisibilità. Chiediamo l’equo riconoscimento di ciò che facciamo da decenni.

Nell’appello viene anche chiesto di differenziare il riconoscimento del ruolo dei caregiver familiari tra chi svolge questo ruolo, magari da anni, h24 e chi lo fa part-time perché lavora. L’appello può essere letto per intero e sottoscritto a questo link.

I Video di PMI