Tratto dallo speciale:

Quattordicesima pensione INPS di luglio: importi 2021

di Redazione PMI.it

scritto il

Calendario pagamenti della quattordicesima pensione 2021, con requisiti di reddito e importi della somma aggiuntiva con il cedolino di luglio.

Sul sito INPS è online il Messaggio 2407 del 24 giugno 2021, con gli importi aggiornati, i requisiti e le modalità di erogazione della quattordicesima mensilità dei pensionati, ossia la somma aggiuntiva per le pensioni istituito dal DL 81/2007 e modificato dalla legge n. 232/2016, con gli importi aggiornati dalla Legge di Bilancio 2020. La quattordicesima spetta ai pensionati di almeno 64 anni che hanno un reddito compreso tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti (FPLD).

Regole e requisiti

Per il diritto alla quattordicesima pensione, viene considerata tutta la contribuzione accreditata. Per le pensioni in totalizzazione e cumulo, però, viene calcolata la sola contribuzione degli enti pubblici (INPS-ENPALS-INPDAP-IPOST-INPGI) e viene esclusa quella preso gli enti privatizzati. Per la pensione ai superstiti, l’anzianità contributiva è rapportata all’aliquota spettante. Coloro che non ricevono la quattordicesima ma pensano di averne diritto, possono, fare domanda di ricostituzione online, ai fini dell’ottenimento del beneficio. La quattordicesima viene riconosciuta in via provvisoria in base ai redditi presunti, e viene verificata successivamente, a consuntivo, sulla base dei redditi effettivi. In caso di prima concessione della quattordicesima, la verifica del diritto viene effettuata sulla base di tutti redditi annui del soggetto richiedente che, in relazione agli anni di contribuzione, deve essere inferiore ai limiti indicati nella seguente tabella (limiti reddituali dell’anno).

=> Calcola la tua quattordicesima online su PMI.it

Limiti di reddito 2021

Per l’anno 2021 devono essere quindi valutati i seguenti redditi.

  • Nel caso di prima concessione: tutti i redditi posseduti dal soggetto nell’anno 2021 (rientrano in tale casistica tutti coloro che negli anni precedenti non abbiano percepito la somma aggiuntiva);
  • Nel caso di concessione successiva: i redditi per prestazioni per le quali sussiste l’obbligo di comunicazione al Casellario centrale dei pensionati, conseguiti nel 2021; i redditi diversi conseguiti nel 2020.

Per i redditi diversi da quelli da prestazione, in assenza di informazioni relative agli anni 2021 o 2020, si considerano quelli precedenti, risalendo fino al 2017

Pagamento 2021

La 14esima viene erogata automaticamente dall’Istituto nel mese di luglio, contestualmente al rateo della pensione, ai pensionati aventi diritto.  Per il 2021, considerato il calendario dei pagamenti in anticipo causa Covid, chi ritira la pensione alle Poste otterrà l’accredito a partire dal 25 giugno. Il pagamento d’ufficio riguarda i pensionati di tutte le gestioni sulla base dei redditi degli anni precedenti. Chi perfeziona i requisiti entro il 31 luglio, riceve prestazione con il cedolino di luglio. Chi perfeziona il requisito anagrafico dal 1° agosto in poi, riceverà la prestazione con la pensione di dicembre.

Importi

Fino a 1,5 volte il trattamento minimo (10.053,81 euro)
Anni di contribuzione Dipendenti Importo quattordicesima
Fino a 15 437 euro
Oltre 15 fino a 25 546 euro
Oltre 25 655 eur0
Anni di contribuzione Autonomi  Importo quattordicesima
Fino a 18 437 euro
Oltre 18 fino a 28 546 euro
Oltre 28 655 eur0

 

Da 1,5 volte a 2 volte trattamento minimo (da 10.053,81 a 13.405,08 euro)
Anni di contribuzione Dipendenti Importo quattordicesima
Fino a 15 336 euro
Oltre 15 fino a 25 420 euro
Oltre 25 504 eur0
Anni di contribuzione Autonomi  Importo quattordicesima
Fino a 18 336euro
Oltre 18 fino a 28 420 euro
Oltre 28 504 eur0