Piemonte: la Regione finanzia i servizi IT offerti dalle Pmi

di Roberto Grementieri

scritto il

Sostenere e rafforzare l’offerta di servizi informatici da parte delle Pmi, finalizzati a incrementare l’efficienza nei metodi di produzione e organizzazione delle procedure aziendali, a beneficio della produttività  interna e della qualità  dei servizi offerti.
Questo l’obiettivo dei finanziamenti stanziati della Regione Piemonte a supporto dell’impresa locale.

Sono finanziabili prodotti e servizi IT basati sul modello SaaS (Softare-as-a-Service); soluzioni per la gestione dei processi produttivi basati sull’erogazione di servizi online; servizi volti alla creazione e all’utilizzo di ambienti 3D per la simulazione di pratiche di prevenzione e gestione degli incidenti; applicazioni interattive e software per apprendimento, informazione e intrattenimento tramite piattaforme aperte che permettano la partecipazione degli utenti; servizi orientati alla progettazione, sviluppo e distribuzione di nuovi contenuti su reti digitali.

Possono essere agevolate le spese di consulenza specialistica finalizzate all’adozione di tecnologie ICT; software, hardware ed apparati di comunicazione; diritti di proprietà  intellettuale ed il loro mantenimento; spese di ricerca; spese generali e di viaggio.

I progetti devono essere territorialmente vincolati alla Regione Piemonte.
E’ finanziabile un importo non superiore a 200.000 euro e non inferiore a 100.000 euro. Per ogni singola voce di spesa è prevista una percentuale di contributo ammissibile che può variare dal 5 al 70%.

Gli interventi finanziati devono essere realizzati in un arco temporale di 2 anni.
La procedura per la richiesta del finanziamento prevede due step: un accreditamento telematico unitamente alla trasmissione della domanda via web, seguita dall’invio cartaceo.
Sul sito web Regione.piemonte.it si può consultare il bando e la relativa modulistica, unitamente al Manuale Utente che contiene le indicazioni e i documenti necessari per effettuare la procedura di accreditamento.
La domanda di ammissione deve essere inviata telematicamente secondo l’apposita procedura.
Entro i 5 giorni lavorativi successivi all’invio telematico, le domande dovranno essere inviate tramite raccomandata A/R oppure tramite corriere espresso a Finpiemonte S.p.A., Galleria San Federico, 54 -10121 Torino.

Il termine per presentare le domande scade il 30 gennaio 2009.

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro