Il Bluetooth e le integrazioni con Microsoft Office

di Agnese Bascià

scritto il

Le potenzialità di Microsoft Office non si conoscono mai fino in fondo, o comunque richiedono molta esperienza e talvolta un po’ di applicazione per sperimentare ogni funzionalità.

La nuova versione di Office 2007 si arricchisce grazie ai componenti aggiuntivi, alcuni scaricabili, come più volte mostrato, dal sito Microsoft, altri offerti dalla comunità di utilizzatori, altri dai produttori di dispositivi mobili, che si interfacciano con la suite Office.

È questo il caso dei dispositivi Bluetooth, come il D-Link DBT-122, che una volta installato (driver e software completo) è perfettamente in grado di integrarsi con la suite Office.

Vediamo come si interfaccia il Bluetooth con gli applicativi Office. Innanzitutto è bene ricordare che alcuni palmari, laptop e cellulari di ultima generazione dispongono del sistema operativo Windows Mobile e possono aprire file DOC, PPT o XLS, ma questa non è condizione indispensabile all’uso del Bluetooth, il cui scopo è trasferire file e non aprirli.

Come già detto, quando si installa il Bluetooth, dopo aver settato tutte le autorizzazioni alla connessione con i dispositivi e aver fatto in modo che questi ultimi vengano riconosciuti, lanciando Word, Excel o PowerPoint, nella tab “Componenti aggiuntivi” comparirà la voce “Bluetooth”.

Dopo aver editato il documento, cliccando sul menu a discesa della voce “Bluetooth” saranno elencati i dispositivi connessi.

Selezioniamone uno e vedremo che il file viene automaticamente trasferito sul dispositivo mobile, a prescindere che il dispositivo possa leggerlo o solo memorizzarlo. Ad ogni modo ciò consente di trasferire i file sui dispositivi mobili direttamente dalla suite Office senza passare dalle cartelle condivise del servizio Bluetooth.