Contratti di Solidarietà: incentivi alle PMI nelle Marche

di Teresa Barone

scritto il

Contributi per il sostegno al reddito dei lavoratori alle imprese marchigiane che stipulano Contratti di Solidarietà evitando licenziamenti.

La Regione Marche sostiene le imprese escluse dall’applicazione della CIGS al fine di stipulare Contratti di Solidarietà evitando licenziamenti. L’amministrazione regionale, infatti, eroga incentivi per integrare il reddito dei lavoratori attivi nelle imprese per compensare il compenso perso a causa della riduzione dell’orario di lavoro. per ottenere gli aiuti le imprese devono aver sottoscritto l’accordo sindacale sul CdS dopo il 1 gennaio 2013.

=> Leggi i bandi aperti per l’occupazione

Sostegno al reddito

L’iniziativa regionale consiste nell’integrazione della retribuzione dei lavoratori coinvolti nel CdS e appartenenti alle seguenti categorie: operai, impiegati, quadri, soci di cooperative di produzione e lavoro e lavoratori part-time. Non possono beneficiare dei contributi per i reddito i lavoratori in possesso di qualifiche dirigenziali, mentre sono ammessi all’intervento colori che sono stati assunti con contratto a termine o con contratto di apprendistato e inserimento lavorativo.

Come richiedere gli incentivi

Le imprese possono inviare le richieste di contributo – erogabile per un periodo massimo di 12 mesi – entro il 20 novembre 2014. Maggiori dettagli sull’intervento per il sostegno al reddito dei lavoratori sono pubblicati sul sito della Regione Marche. (=> Leggi tutte le news per le PMI delle Marche)

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali