Incentivi microcredito alle start-up sarde

di Teresa Barone

scritto il

Finanziamenti in microcredito a favore delle imprese sarde per favorire la nascita di nuove imprese e promuovere l’occupazione.

La Regione Sardegna avvia nuovi interventi a favore delle imprese al fine di incentivare la creazione di impresa e potenziare l’occupazione, evitando lo spopolamento nei Comuni più piccoli dell’isola: attraverso il nuovo bando basato sull’erogazione di microcredito, la Regione concede contributi alle PMI e ai soggetti in difficoltà nell’accesso al credito attivi nei territori dei Comuni caratterizzati da una popolazione al di sotto dei 3mila abitanti. I finanziamenti in microcredito possono essere utilizzati per coprire le spese di funzionamento e di gestione, le spese per l’occupazione di nuove risorse umane e i costi generali per l’avvio di una nuova iniziativa imprenditoriale. Le imprese possono utilizzare le risorse anche nell’ambito delle spese per gli investimenti fissi e per versare le retribuzioni dei dipendenti ai quali non sono stati concessi sgravi contributivi o bonus assunzionali.

Microcredito alle PMI

I finanziamenti in microcredito variano da un minimo di 5mila euro fino a un massimo di 25mila euro per una durata massima di 60 mesi e un tasso pari allo 0%. Il rimborso deve essere effettuato in rate costanti posticipate mensili a partire dai sei mesi successivi alla firma del contratto.

Garanzie

Non è prevista la richiesta di garanzie reali, patrimoniali e finanziarie, fatta eccezione per le società a responsabilità limitata e per le cooperative a responsabilità limitata.

Come richiedere i prestiti

Le imprese e i soggetti interessati a richiedere i contributi possono inoltrare le domande entro il 30 aprile 2014. Il bando è scaricabile dal sito della Regione Sardegna. (=> Leggi tutte le news per le PMI della Sardegna)