Incentivi alle PMI umbre colpite dall’alluvione

di Teresa Barone

scritto il

In arrivo 8,7 milioni di euro a favore delle PMI umbre danneggiate dall’alluvione dello scorso novembre: incentivi per il ripristino fino a 200mila euro.

La Regione Umbria annuncia la prossima pubblicazione del bando che prevede l’erogazione di contributi alle imprese non agricole danneggiate dall’alluvione del novembre 2012: si parla di un plafond pari a 8,7 milioni di euro e dell’avvio di procedure semplificate per richiedere gli incentivi. Il bando sarà destinato alle imprese industriali, artigiane, di servizi, commerciali e turistiche che hanno subito danni a causa degli eventi atmosferici avversi e che sono attive nei Comuni di  Perugia, Città della Pieve, Panicale, Montegabbione, Castel Viscardo, Baschi, Collazzone, Marsciano, Piegaro, Monteleone di Orvieto, San Venanzo, Castel Giorgio, Montecchio, Deruta, Parrano, Fabro, Ficulle, Allerona, Orvieto, Todi, Torgiano e Citerna. => Sostegno anche alle PMI agricole alluvionate in Umbria
Entrando più nel dettaglio del bando, i contributi possono essere usati per sostenere i costi relativi al ripristino delle attività danneggiate e possono estendersi fino a 200mila euro, coprendo il 75% delle spese. La Regione assicura un iter semplificato e basato sulla concessione delle risorse entro tre mesi. come illustra l’assessore allo Sviluppo Economico Vincenzo Riommi:
«Sono ben 253 e attività produttive che hanno già segnalato ai Comuni individuati di aver subìto danni e che, in un contesto generale di crisi, rischiano altrimenti di essere ulteriormente penalizzate. Il bando, che può contare su una ingente dotazione finanziaria, rappresenta uno strumento importante per salvaguardare la tenuta economica e occupazionale dei territori colpiti».=> Leggi tutte le news per le PMI dell’Umbria