Terremoto in Emilia: Mps sospende mutui e stanzia fondi

di Teresa Barone

scritto il

Le iniziative del Monte dei Paschi di Siena a favore delle imprese e delle famiglie emiliane che hanno subito danni a causa del sisma: sospensione dei mutui e plafond di 50 milioni di euro per piccoli prestiti.

Anche la banca Monte dei Paschi di Siena ha avviato iniziative per sostenere le imprese e le famiglie colpite dal sisma in Emilia Romagna, attraverso la sospensione dei mutui e lo stanziamento di risorse economiche a favore delle Province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova, colpite dal terremoto.

Sospensione rate mutui

Per le famiglie residenti nelle zone colpite dal terremoto, infatti, Mps sospende le rate dei mutui fino a 12 mesi, allungando la durata dei finanziamenti per un periodo corrispondente alle rate prorogate.

Anche i prestiti agrari potranno essere prorogati di quattro mesi.

L’istituto bancario, inoltre, interviene con l’erogazione di 50 milioni di euro sotto forma di mutui fondiari, chirografari e piccoli prestiti a favore delle imprese, sia in forma individuale che societaria.

Si tratta di incentivi concessi per la ristrutturazione e la ricostruzione degli immobili danneggiati.

Un’ulteriore iniziativa del gruppo Mps è l’apertura di un conto corrente a favore delle popolazioni colpite dal terremoto, invitando alla solidarietà tutti colori che hanno i mezzi per effettuare un versamento:

  • conto corrente “pro-terremotati Emilia Romagna maggio 2012”,
  • coordinate bancarie COD. IBAN IT 60 X 01030 14200 000008622257,
  • donazione da effettuare presso tutte le filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena, Biverbanca e Banca Antonveneta.