Conciliazione lavoro famiglia: incentivi alle Pmi in Lombardia

di Teresa Barone

scritto il

Contributi alle imprese lombarde che parteciperanno al progetto di sperimentazione volto a favorire la conciliazione tra lavoro e famiglia: a disposizione delle Pmi servizi di consulenza in sede.

La Regione Lombardia ha pubblicato l’avviso pubblico relativo al bando “Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”, che ha come beneficiarie le imprese del territorio che intendono avviare programmi di sperimentazione mirati a lanciare modelli organizzativi basati sulla flessibilità, e che vadano incontro alle esigenze dei dipendenti.

Piani di Congedo e Flessibilità

L’obiettivo del bando è quello di fornire gratuitamente consulenza specialistica per la stesura di progetti che mirano a conciliare vita privata e attività professionale.

Per questo motivo la Regione Lombardia mette a disposizione delle imprese consulenti specializzati che le aiutino a trovare soluzioni efficaci per facilitare la conciliazione tra lavoro e famiglia e a redigere un business plan per realizzare tali progetti, i quali potranno vertere su piani di congedo e/o piani di flessibilità.

Ciascuna prestazione dello specialista ha un valore pari a 500 euro per ciascuna giornata di consulenza in sede, che risulta pertanto gratuita per le aziende.

  • Il piano di flessibilità è un documento che presenta strumenti e azioni che l’imprenditore mette in campo per aiutare i propri dipendenti a conciliare i  tempi del lavoro con quelli famigliari (è quindi rivolto a tutta l’azienda, uomini e donne).
  • Il piano di congedo è un accordo tra datore di lavoro e donna dipendente che presenta le modalità di gestione del periodo di congedo della madre lavoratrice, dal momento della notifica della gravidanza fino al rientro al lavoro (è quindi personalizzato sulla singola lavoratrice in congedo).

E’ bene precisare che le imprese potranno usufruire anche di due servizi contemporaneamente (piano di congedo e/o piano di flessibilità).

Solo per i piani di congedo, all’interno dell’azienda deve essere presente almeno una lavoratrice con congedo di maternità già notificato o avviato, requisito che però non è vincolante per le imprese che presentano piani di flessibilità.

Consulenza gratuita

Le imprese selezionano il consulente da un elenco di professionisti messi a disposizione dal progetto e ricevono gratuitamente il servizio di consulenza finalizzato alla stesura di un piano di flessibilità e/o piano di congedo.

 

 

Imprese destinatarie del bando

Il bando a favore della conciliazione tra lavoro e famigliasi rivolge alle imprese operative nella Regione Lombardia, regolarmente iscritte al Registro delle imprese di una Camera di Commercio lombarda – oppure all’Albo degli Artigiani  – e dotate di normative appropriate in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Le aziende, anche microimprese, potranno ricevere formazione gratuita per attuare iniziative a favore della conciliazione dei tempi di lavoro e di vita, scegliendo una o anche entrambe le tipologie di servizi di consulenza aziendale previste dal bando.

Domande fino al 31 marzo 2012

Il termine ultimo per richiedere la consulenza e partecipare alla sperimentazione è fissato per il 31 marzo 2012: le domande dovranno essere compilate utilizzando la modulistica presente sul sito Cestec e successivamente inviate alla sede Cestec Spa di Milano.

Per maggiori informazioni sul bando consultare il sito di Cestec Spa