Terre Colte: investimenti agricoli al Sud

di Teresa Barone

scritto il

Bando per la concessione di terreni incolti o abbandonati nel mezzogiorno: plafond di 3milioni di euro.

Valorizzare l’agricoltura nelle Regioni del Sud attraverso la concessione di terreni incolti o abbandonati, adatti per sviluppare modelli agricoli innovativi e inclusivi. Questo l’obiettivo primario del bando Terre Colte promosso da Fondazione CON IL SUD ed Enel Cuore Onlun, iniziativa basata sullo stanziamento di 3milioni di euro a favore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

=> Imprenditore agricolo: avvio, tasse e contributi

Bando Terre Colte

Il bando si basa sulla concessione di uno o più fondi agricoli ai componenti di un partenariato (associazioni del terzo settore, cooperative, consorzi, fondazioni, imprese sociali) chiamati a presentare progetti per rivitalizzare i terreni, proponendo iniziative per valorizzare le tradizioni agricole e legate all’allevamento, per preservare i valori paesistici della ruralità meridionale, per introdurre innovazioni tecnologiche e colturali e favorire l’inclusione sociale, nonché sviluppare nuove opportunità occupazionali.

I contratti stipulati devono avere una durata minima decennale e prevedere un canone d’affitto non oneroso o puramente simbolico per non meno di 5 anni, seguito da un canone annuale concordato. Il diritto di recesso per il conduttore non deve essere oneroso.

«Questa iniziativa – afferma il Ministro Maurizio Martina – apre nuove possibilità allo sviluppo di un modello agricolo innovativo e inclusivo nelle aree del Mezzogiorno. In questi territori l’agricoltura si sta dimostrando un pilastro cruciale non solo dal punto di vista economico, ma sotto il profilo occupazionale, sociale ed ambientale. Nell’ultimo anno i giovani impegnati in agricoltura nel Sud sono cresciuti del 13%, un dato molto importante, perché ci parla di futuro. Credo poi vada sottolineato il coinvolgimento del terzo settore in questo bando, perché le esperienze di agricoltura sociale che abbiamo tutelato con una legge ad hoc rappresentano una nuova forma di welfare che va valorizzata e sostenuta. Noi ci siamo.»

Accesso al bando

I progetti, che devono contenere programmi di lavoro finalizzati al consolidamento di rete e al rafforzamento socio-culturale delle comunità, possono essere presentate online entro il 23 febbraio 2018. Maggiori dettagli sul bando sono pubblicati sul sito web della Fondazione con il Sud.