Fondo perduto ETS: domande dal 18 luglio al 24 agosto

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Fondo straordinario ristori per Enti del Terzo Settore: contributi a fondo perduto, domande dal 18 luglio al 24 agosto: link e istruzioni.

Contributi a fondo perduto per enti del Terzo Settore: domande al via da lunedì 18 luglio 2022. Istruzioni e regole sono contenuti nell’Avviso 2/2022 del 12 luglio del Ministero del Lavoro. La finestra temporale a disposizione per richiedere i ristori si conclude il prossimo 24 agosto.

Si tratta di risorse afferenti al Fondo straordinario per gli ETS (articolo 13-quaterdecies del DL 137/2020 convertito nella Legge 176/2020) da 20 milioni di euro, stanziati in ottica anti-Covid e ripartiti secondo i criteri del DL 73/2021, articolo 1-quater (convertito nella Legge 106/2021) ed ora sbloccati dal decreto attuativo della misura, con le linee guida per l’inoltro delle domande.

L’avviso 2/2022 del 12 luglio 2022 ha concretamente delineato le istruzioni da seguire per procedere con l’inoltro delle istanze fissando anche il termine ultimo per l’invio: si parte il 18 luglio e si ha tempo fino alla scadenza del 24 agosto 2022.

I ristori per ETS possono essere richiesti dai soggetti che abbiano svolto prestazione di servizi socio-sanitari e assistenziali, in regime diurno, semi-residenziale e residenziale, in favore di anziani non autosufficienti o disabili, nel periodo ricompreso tra il 31 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021. Tutti i requisiti in dettaglio sono elencati nell’art. 1 quater del D.L. 73 del 25 maggio 2021.

Le domande si inoltrano tramite piattaforma “Ristori ETS 20 Milioni”, sul Portale Servizi Lavoro (https://servizi.lavoro.gov.it), dalle 10:00 di lunedì 18 luglio alle 18:00 di mercoledì 24 agosto 2022. A disposizione degli ETS aspiranti beneficiari dei ristori, c’è un’apposito manuale tecnico.

Il primo elenco dei beneficiari, dopo la fase di istruttoria, sarà pubblicato entro il 20 ottobre sulla piattaforma elettronica “Ristori Enti Terzo Settore – art. 1-quater del D.L. n. 73/2021”. L’importo del contributo effettivo sarà poi quantificato sulla base delle domande che perverranno e delle risorse disponibili.