Incentivi ai giovani agricoltori

di Redazione PMI.it

scritto il

Finanziamenti e servizi per i giovani agricoltori che avviano una nuova impresa: contributi a fondo perduto fino a 40mila euro.

Scade il 16 marzo il bando promosso dalla Regione Toscana “Aiuto all’avviamento di imprese per giovani agricoltori” destinato a tutti gli under 40 che vogliono avviare un’impresa agricola: potranno contare su un premio di primo insediamento per iniziare l’attività, oltre ad altre agevolazioni come contributi a fondo perduto sugli investimenti effettuati per l’ammodernamento delle strutture, le dotazioni aziendali e la diversificazione delle attività operative.

=> Piano Nazionale Agricoltura 2020-2022: le dieci priorità

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto regionale Giovanisì per l’autonomia dei giovani, favorendo il ricambio generazionale nel settore agricolo.

Per potervi accedere, i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione), non devono aver compiuto 41 anni e aver preso per la prima volta la Partita IVA come azienda agricola nei 24 mesi precedenti alla presentazione della domanda.

Sono anche chiamati a presentare un Piano di Sviluppo aziendale e a diventare IAP (imprenditore agricolo professionale) entro la data di conclusione del piano aziendale. Il premio di primo insediamento si basa su un finanziamento pari a 30mila euro a fondo perduto, che può arrivare a 40mila euro nel caso di insediamento in aziende ricadenti in aree montane.

Domande

La domanda di aiuto deve essere presentata entro il 16 marzo 2020, come illustrato sul sito della Regione Toscana.

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali