Contributi alle start-up innovative

di Teresa Barone

scritto il

Incentivi per l’avvio e il consolidamento di start-up innovative a elevato potenziale tecnologico.

La Regione Emilia-Romagna promuove un altro bando a favore delle start-up innovative, sostenendo sia l’avvio di nuove iniziative a elevato potenziale innovativo e tecnologico sia il consolidamento di attività esistenti.

Obiettivo del bando è incentivare la crescita di start-up in grado di generare nuove nicchie di mercato ideando nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione caratterizzati da un elevato contenuto innovativo. Non meno importante è il proposito di far nascere nuove opportunità occupazionali sul territorio.

Bando

Il bando, varato nell’ambito del Programma operativo regionale Fondo Europeo di sviluppo regionale (Por Fesr 2014-2020), si basa sull’assegnazione di contributi alle PMI per i progetti di avvio di attività (concessi alle start-up nate dopo il 1 gennaio 2015) e per le iniziative di espansione di start-up esistenti (costituite dopo il 2 luglio 2013).

Contributi

I contributi possono essere richiesti per coprire i costi relativi a una serie di interventi: macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali, affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche, acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne, spese di costituzione o promozionali, consulenze esterne specialistiche. Sono anche previste agevolazioni per l’acquisizione di sedi produttive, logistiche, commerciali.

Domande

Le domande possono essere presentate dal 2 luglio 2018 fino al 15 novembre 2018 esclusivamente online, facendo riferimento all’applicativo Sfinge 2020.