Facebook acquisisce Instagram: business e viralità

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Facebook ha annunciato l'acquisizione di Instagram, nota applicazione per la modifica e condivisione delle fotografie su iOS e Android: piani e prospettive.

Facebook acquista Instagram e compie un ulteriore passo verso il podio e la leadership indiscussa nel mondo dei social network, con tutte le conseguenze economiche del caso.

Facendo propria la nota applicazione per iPhone e Android – attorno alla quale si sta creando un emergente business che ruota attorno alle fotografie 2.0 -la piattaforma sociale fondata da Mark Zuckerberg mira a personalizzare ancor di più l’offerta di Facebook rispetto a competitor (ormai sempre più nelle retrovie) come Google Plus e a smontare la minaccia di realtà emergenti come Pinterest.

In poche parole, Facebook è sempre più un ecosistema digitale dove praticamente tutti gli utenti web avranno presto (se il trend continua così) un account: un bacino d’utenza con potenzialità di business per l’advertising online enorme, che un giorno potrebbe arrivare persino a far concorrenza a Google.

L’acquisizione di Instagram – pari al doppio suo valore di mercato – prevede un esborso record: un miliardo di dollari. Una mossa strategica per Facebok, che si appresta a quotarsi in Borsa, ma soprattutto una mossa astuta dal punto di vista commerciale, in piena ottica 2.0: come i terminali Apple, Instagram sta generando una vera e propria passione, un colpo di fulmine contagioso e virale tra gli utenti. L’applicazione Instagram regalerà  a Zuckerberg un ulteriore buon motivo per restare incollati a Facebook!?

Intanto, quel che si sa dell’operazione è che l’esperienza maturata dal team che ha realizzato e portato avanti il programma potrebbe rivelarsi preziosa in un prossimo futuro, per la realizzazione di prodotti simili e con analoghe funzionalità. Ad esempio, la tecnologia alla base di Instagram potrebbe essere integrata all’interno di Facebook per ampliare le funzionalità di pubblicazione, modifica e condivisione delle immagini fotografiche.

L’acquisizione non equivale dunque alla morte del programma come oggi lo conosciamo, né ad un suo snaturamento; il team alla base di Instagram continuerà infatti a lavorare in maniera indipendente e i vantaggi saranno reciproci: Instagram resterà il progetto che ha saputo conquistare il cuore di milioni di utenti nel mondo iOS e che di recente si è affacciato anche al mondo Android riscuotendo sin da subito ampi consensi. Si parla infatti di 30 milioni di utenti con oltre 5 milioni di foto scambiate ogni giorno.

I Video di PMI

Perché i dati dei collegamenti LinkedIn vanno scaricati