Responsabili IT: soluzioni DPL contro attacchi Web e Mobile

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Come conseguenza dei cambiamenti nel mercato e nella società, i responsabili IT devono oggi saper fronteggiare, come veri supereroi, attacchi provenienti da più fronti. Ma esiste l'arma segreta.

Le aziende presentano oggi sempre più “superfici d’attacco” tramite cui i cybercriminali possono attraccare per sottrarre dati sensibili. I manager IT si trovano così a dover fronteggiare attacchi da più fronti: tecnologia, cambiamenti culturali, criminalità in evoluzione ed errori umani.
Come rilavato dalla ricercaSecurity Pros e Cons” di Websense, ben il 60% delle aziende si preoccupa dell’Advanced Persistent Threats (APT) ma meno della metà usa sistemi contro l’upload sul Web di dati confidenziali: oggi bastano poche settimane affinché un nuovo malware arrivi sul mercato nero e molte aziende basano ancora oggi le loro difese solamente su firewall e antivirus.

Effettua il download

Scarica “Security Pros e Cons”

Non solo: i punti di accesso alle reti aziendali si fanno sempre più numerosi grazie anche ai social media, smartphone e tablet: un ulteriore sondaggio Ponemon Institute mostra come oltre metà delle azienda abbia registrato un aumento degli attacchi malware come conseguenza dell’utilizzo di tali strumenti sul posto di lavoro.

Effettua il download

Scarica i risultati del sondaggio

Solo l’1% dei dipendenti ammette di condividere dati personali sui social network nonostante la stima dei responsabili IT sia ben superiore (20%); si nota infatti la tendenza ad un utilizzo “furtivo” dei social media sul posto di lavoro, con un 25% dei dipendenti pronto a nascondere una eventuale compromissione dei dati aziendali.

A causa dei numerosi cambiamenti della società e della criminalità, le aziende devono quindi oggi fronteggiare attacchi esterni, pressioni interne, cultura dei social media, tecnologia in evoluzione e sempre nuovi punti d’attracco ove i cybercriminali possono attingere per accedere alle lucrative informazioni aziendali.

Il “super-potere” che può secondo Websense salvare i manager IT? Una soluzione DPL (Data Loss Prevention) completa e integrata.