Si rinnova Compiere, ERP open source per PMI

di Redazione PMI.it

scritto il

Software gestionale a codice aperto noto tra le Pmi italiane, si dota di nuove funzionalità. Obiettivo: migliorare performance, sicurezza ed usabilità

Nuove funzionalità per la piattaforma gestionale ERP open source di Compiere che, giunta alla versione 3.0, propone ora un’interfaccia web flash e diverse migliorie in termini di performance, tra cui spiccano nuove funzioni di protezione dei dati a livello “enterprise” e servizi di supporto premium.

Tra le nuove funzioni integrate, troviamo anche nuovi tool di gestione ritorni (RMA ed RTV), ulteriori template di rapporto finanziario e diversi upgrading a livello di usabilità.

Sviluppato per la prima volta nel 1999, Compiere è oggi tra le suite ERP open source più diffuse. Adatta a utilizzi commerciali e di CRM, risponde alla necessità di molte piccole e medie aziende che vogliono adottare un gestionale a budget ridotto.

Per ovviare alle piccole carenze finora presentate sotto il profilo del supporto alla produzione, la nuova edizione della suite si propone ora di fornire un prodotto più efficace e completo.

Nata come applicazione per sviluppatori, «era inevitabile che si arrivasse a mettere a punto un prodotto ad uso business» ha infatti sottolineato il presidente e CEO della società Don Klaiss.

L’offerta Compiere, pertanto, si presenta ora tripartita: una versione gratuita (Community Edition), una con funzioni base (Standard Edition) ed una terza più completa, ossia la nuova Professional Edition. Tutte le versioni danno accesso al codice sorgente. Entrambe le soluzioni a pagamento hanno costi sostenibili per le PMI, partendo da una base di 25 dollari al mese.

Una buona notizia per le piccole e medie imprese, che secondo i dati Gartner utilizzano nel 12% dei casi soluzioni ERP libere, con stime di diffusione del 25% entro il 2008.