Samsung Bada: sistema operativo anche per l’utenza professionale?

di Marco Mattioli

scritto il

Le piattaforme mobili sono in continua espansione e la concorrenza tra le aziende costruttrici di smartphone si fa sempre più serrata, con frequenti annunci relativi ad aggiornamenti e nuove soluzioni.

Samsung è tra le case che stanno investendo maggiormente in questi ambiti, tanto da aver annunciato alcuni mesi fa lo sviluppo di un proprio sistema operativo chiamato Bada, nato con l’idea di imporsi quale protagonista nel variegato panorama della telefonia mobile.

Uno degli elementi fondamentali per la diffusione e il successo di qualsiasi piattaforma software è costituito dall’attenzione rivolta da parte deigli sviluppatori, i quali devono poter contare su strumenti di programmazione adeguati.

Per andare incontro a tale richiesta la casa coreana ha rilasciato il primo kit di sviluppo (SDK), mediante il quale si possono creare le applicazioni in modo indipendente.

Un ulteriore passo è rappresentato dall’offerta hardware e l’ufficializzazione del Samsung Wave S8500 va in tale direzione, proponendosi come primo terminale basato su Bada.

Tra le sue caratteristiche principali si segnalano lo schermo Super AMOLED da 3,3 pollici, lo spessore ridotto (meno di 11 millimetri), la fotocamera da 5 megapixel, il modulo Wi-Fi e l’interfaccia TouchWiz versione 3.0, la quale consente di interagire con facilità  e immediatezza con menù, opzioni e programmi.

Si tratta naturalmente solo di un inizio e ci vorrà  tempo per capire se la strategia individuata da Samsung possa raccogliere l’interesse dell’utenza privata e professionale.

[youtube 0oQeCXUFS8s]

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi