In orbita un satellite contro il digital divide

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Grazie ad Avanti Communications Group viene lanciato oggi nello spazio un nuovo satellite in grado di portare la banda larga anche ai consumatori ed alle aziende ubicate nelle aree digital divise

La compagnia di telecomunicazioni Avanti Communications Group annuncia una giornata storica per tutti e consumatori e le aziende europee: il giorno 26 novembre parte infatti per lo spazio il nuovo satellite HYLAS1, in grado di offrire banda larga a prezzi competitivi anche ai consumatori e alle aziende europee ubicate in aree remote del nostro Paese.

«Il lancio del nostro satellite significa che da oggi l’accesso alla banda larga anche nelle aree remote diventa una realtà concreta»,ha dichiarato David Williams, Chief Executive di Avanti. Messo in orbita dagli Stati Uniti, HYLAS1 sarà in grado di servire numerosi paesi europei, con un occhio di riguardo all’Italia, dove sarà puntato il più potente dei fasci del satellite, al fine di garantire ai clienti italiani le massime prestazioni.

Il nostro paese si trova ancora a lottare con il digital divide, che esclude troppe aree italiane dall’utilizzo della banda larga e nel caso delle aziende il problema diventa ancora più sentito. «Finalmente abbiamo l’opportunità di risolvere il digital divide», dichiara soddisfatto David Williams: «Il vantaggio è duplice: fornire una soluzione per le comunità, le aziende e le istituzioni che necessitano di un’efficiente connessione a banda larga e garantire ai nostri investitori che abbiamo la capacità di rispondere a un’esigenza molto diffusa e finora insoddisfatta».

«Ma per noi questo è solo l’inizio, visto che stiamo già lavorando allo sviluppo di nuovi satelliti». Il secondo satellite, denominato HYLAS2, verrà infatti lanciato nella primavera del 2012 per ampliare ulteriormente la copertura in Europa e introdurre il servizio in Medio Oriente e in alcune regioni dell’Africa.

Il costo entry-level per i consumatori della banda larga via satellite (compresa tra 2 MB e 10 MB) partirà da 25 euro al mese. Ulteriori informazioni sui partner di Avanti in Europa sul portale Avanti Comunications.

I Video di PMI

Decalogo PEC: utilizzo e valore legale