Tratto dallo speciale:

Tecnologia in azienda: cosa pensano i lavoratori

di Chiara Basciano

scritto il

Robot, Intelligenza Artificiale e Lavoro: cosa ne pensano i dipendenti d'azienda, nel primo Report AIDP-LABLAW, a cura di Doxa.

Il primo rapporto AIDP-LABLAW su Robot, Intelligenza Artificiale e Lavoro in Italia, a cura di Doxa, analizza l’atteggiamento dei lavoratori nei confronti della tecnologia in azienda, registrando una fiducia generalizzata nei confronti dell’innovazione.

Piace soprattutto l’idea di una tecnologia capace di sveltire i processi e di assicurare maggiore sicurezza.

Nel dettaglio, il 70% dei lavoratori vede proprio nella sicurezza il beneficio più importante derivante dall’introduzione della tecnologia nei luoghi di lavoro, segue un 65% che invece considera le condizioni e i carichi di lavoro l’aspetto più interessante.

Non mancano perplessità, naturalmente: il 48% teme per un calo delle retribuzioni, mentre il 43% ha paura di vedere venir meno la gratificazione e la soddisfazione nel proprio lavoro; il 39% teme che vengano meno le opportunità di carriera.

L’atteggiamento positivo è più diffuso in aziende che hanno già potuto toccare con mano i diversi vantaggi, mentre lo scetticismo è presente soprattutto nelle aziende che non hanno ancora avviato processi di trasformazione.

Tra le figure individuate dal rapporto, si nota che l’atteggiamento positivo è più diffuso tra gli operai (78%); seguono i quadri (66%) e gli impiegati (60%).

Secondo Isabella Covili Faggioli, Presidente AIDP:

La digitalizzazione non è mai solo una questione tecnologica ma strategica.[…][Sono le persone che fanno la differenza, ottimizzando le innovazioni e dando loro un ruolo di supporto e di miglioramento della qualità della vita.