Aruba: strong authentication chiavi in mano per le PMI

di Filippo Vendrame

scritto il

Aruba offre alle aziende soluzioni chiavi in mano di strong authentication per garantire l’accesso sicuro ai servizi aziendali.

Aruba è a Maker Faire Rome 2018 perché crede nell’innovazione e fa innovazione: ce lo ha spiegato in dettaglio Andrea Sassetti, Direttore Servizi di Certificazione di Aruba Spa, che PMI.it ha incontrato nel corso della prima giornata della kermesse e che ci ha illustrato alcune interessanti soluzioni proposte alle imprese in chiave “innovativa”.

Aruba, per esempio, offre alle aziende un completo servizio di strong authentication che può essere inserito con facilità all’interno di loro molteplici servizi. Si tratta, lo ricordiamo, di un metodo di autenticazione sicura che sfrutta congiuntamente due sistemi di riconoscimento individuali. Grazie a questa tecnologia è possibile verificare da remoto l’identità di un utente che potrà accedere ad una vasta gamma di servizi digitali.

Le applicazioni sono numerose e trasversali ai diversi ambiti (B2B, B2G…): certificati digitali, tessera sanitaria, lettore di impronte digitali, “one time password” (OTP) ecc.

Molte banche, per esempio, utilizzano le OTP con soluzioni di strong authentication per far accedere i loro clienti ai servizi online. L’utilizzo di questo strumento di autenticazione sicura è in forte crescendo e, se per la Pubblica Amministrazione è un obbligo di legge, molte realtà private vi si stanno avvicinando in considerazioni del vantaggio competitivo che comporta.

Nasce nell’ambito bancario ma sempre di più si sta diffondendo l’esigenza e la necessità di sapere chi è il proprio interlocutore.

Anche per questo, Aruba offre servizi di strong authentication personalizzati alle aziende, adeguandosi alle richieste dei propri clienti.

Sostanzialmente, funziona in due modi.

  • Il primo metodo è quello di recarsi direttamente dal cliente per integrare la tecnologia all’interno dei suoi servizi.
  • Il secondo, invece, è quello di offrire il servizio in “Full Outsourcing”.

In questo secondo scenario, Aruba mette a disposizione delle interfacce web attraverso cui offre il servizio di autenticazione, integrabili facilmente nelle app o nei sistemi delle aziende. Questa seconda offerta è quella che ha avuto maggior successo, visto che per le aziende l’impatto è nullo o quasi e si limita all’integrazione di queste interfacce all’interno dei loro servizi. Una soluzione, dunque, praticamente chiavi in mano.

Strong authentication: vantaggi per PMI

Per le aziende, però, più che i tecnicismi contano i risultati finali, cioè i vantaggi a cui possono accedere utilizzando una piattaforma di sicurezza come quella che Aruba offre.

Il primo valore aggiunto che un servizio di strong authentication garantisce ad un’azienda è quello della certezza dell’identità dell’utente che accede ai suoi servizi. Il secondo vantaggio è nella semplicità di integrazione che si traduce, anche, in costi bassi.

Il valore aggiunto è la certezza dell’identità di chi fruisce del servizio che sto erogando online o anche non online. Il valore aggiunto è anche nella semplificazione dell’integrazione e quindi dei tempi di integrazione e nei bassissimi costi di integrazione per le aziende.

Per quanto concerne i costi molto dipende al progetto, in quanto Aruba mette a disposizione dei clienti interfacce personalizzate. L’investimento iniziale, dunque, può essere limitato per testare l’efficacia ed i vantaggi del servizio di autenticazione. Valutata la qualità dell’offerta, le aziende possono estendere la strong authentication a  tutti gli utenti e a tutti i servizi offerti.

Sicurezza al primo posto

Tra i più noti clienti di Aruba che sfruttano questa piattaforma si menzionano, tra gli altri, Trenitalia e Decathlon. L’offerta non è rivolta solo a grandi realtà ma a tutte le tipologie di azienda, dalle PMI alle multinazionali. Aruba, inoltre, offre questi servizi nel pieno rispetto delle normative e con la garanzia che tutti i servizi sono erogati all’interno di data center italiani, dunque soggetti ai vincoli di legge nazionali ed europee, con tutti i vantaggi del caso in termini di sicurezza e privacy.

Grazie al pieno rispetto delle normative e degli standard del settore, quindi, Aruba può erogare i suoi servizi di strong authentication anche a realtà estere.

La sicurezza è curata nei minimi dettagli ed è anzi un fiore all’occhiello del provider. Del resto, i servizi per le aziende sono il core business di Aruba e quindi, garantendo la massima affidabilità e sicurezza, il provider difende in primo luogo il suo lavoro.

Per ottenere tutte le certificazioni, Aruba ha dovuto sottostare a rigidi controlli. Per esempio, per poter erogare servizi di SPID, il provider è stato sottoposto ad un audit molto approfondito, non solo documentale ma anche tecnologico. Inoltre, ogni 6 mesi, Aruba deve inviare i report sull’audit della sicurezza, i risultati dei penetration test e tutte quante le attività di monitoraggio previste.