La sterlina di plastica parla italiano

di Barbara Weisz

scritto il

Si parte con Winston Churchill, poi sarà il turno di Jane Austen, mentre fra qualche anno arriverà anche William Turner: questi britannici illustri avranno l’onore di essere i primi personaggi al mondo ad essere raffigurati su banconote…di plastica. E non si tratta dei nuovi soldi del Monopoli, ma di sterline vere e proprie, emesse dalla Bank of England. Stanno arrivando sul mercato, sono fatte di un innovativo materiale plastificato, idrorepellente, a prova di lavatrice, e anche di falsari. Perchè al posto della classica filigrana, c’è una finestrella anticontraffazione altamente tecnologica che, udite udite, è un prodotto italiano: per la precisione,  del Gruppo Officine Meccaniche Cerutti.

=> Finanza digitale: avanza la Fintech

sterline plasticaForse qualcuno ha pensato che la concorrenza rappresentata da moneta elettronica e sistemi di pagamento virtuali rendesse necessario uno sforzo innovativo-monetario, è il risultato è la nuova sterlina plastificata.

Attesa da mesi, sta per entrare in circolazione (nel prossimo mese di settembre), esordio affidato alle cinque sterline con l’immagine della Regina Elisabetta da una parte e quella del primo ministro degli anni della Seconda Guerra Mondiale, Winston Churchill. Nel 2017 arriveranno le dieci sterline, con l’effige della scrittrice di Orgoglio e Pregiudizio, Jane Austen. Per le venti sterline, con il pittore Turner, bisognerà invece attendere il 2020.

sterline plasticaIl materiale è il polipropilene, più resistente rispetto alla carta, pare che in lavatrice sopporti senza danni un lavaggio a 90 gradi, e in grado di durare oltre il doppio di tempo (circa cinque anni, contro i due di una normale banconata di carta). Sir Winston Churchill, insomma, sarà più coriaceo e più longevo di Elizabeth Fry, riformatrice ottocentesca del sistema penitenziario, attualmente raffigurata sulle cinque sterline. Ma soprattutto, lotterà più efficacemente contro i falsari grazie alla tecnologia italiana della Cerutti Packaging Equipment del gruppo piemontese Officine Meccaniche Cerutti.

=> Payleven: primo provider di pagamenti multicanale per le PMI

Una classica azienda familiare italiana, con 100 anni di storia, sede a Casale Monferrato, stabilimenti produttivi in tutto il mondo e due centri di Ricerca e Sviluppo, uno in Italia e uno in India. Specializzata in processi di stampa: giornali, riviste, imballaggi, decorazioni, etichette, e prodotti che richiedono particolari esigenze di sicurezza, come appunto le banconote. L’impresa piemontese ha già applicato questa tecnologia anticontraffazione alle banconote di altri paesi del mondo (Australia, Singapore, Messico, NIgeria, Romania).