La recessione incentiva l’uso del Web

di Emanuele Menietti

scritto il

La maggior parte degli statunitensi utilizza Internet per ottenere notizie, risorse e consigli per affrontare al meglio la crisi economica e salvaguardare lavoro e investimenti

Per combattere gli effetti della crisi economica e ottenere informazioni utili per affrontare la recessione, un numero crescente di utenti fa affidamento sul Web. A rivelarlo è il Pew Internet and American Life Project, che ha da poco condotto un’ampia indagine statistica negli Stati Uniti per verificare come il difficile momento dell’economia stia condizionanto il rapporto dei cittadini americani con la Rete. 

Stando ai risultati forniti dall’istituzione, circa i due terzi degli adulti statunitensi hanno utilizzato Internet per comprendere meglio la crisi economica e trovare soluzioni per i loro singoli problemi. Del resto, il 52% degli intervistati ha dovuto affrontare sensibili perdite a causa della recessione e il 35% ha visto ridursi il valore dei propri investimenti di circa la metà. Il 27% degli impiegati a tempo pieno o part time ha subito una sensibile riduzione dello stipendio, delle ore lavorative o dei bonus solitamente concessi dalle società.

I proprietari di immobili, invece, hanno visto nel 20% dei casi ridursi di circa la metà il valore delle loro abitazioni. Infine, ben il 40% degli intervistati è stato messo in aspettativa o ha definitivamente perso il proprio posto di lavoro. Cifre considerevoli, che dipingono con particolare ralismo il quadro della recessione negli Stati Uniti. Una crisi che ha portato diversi milioni di famiglie a rivedere i propri piani e a mutare sensibilmente le normali abitudini di vita.

Intenzionati a risollevare la propria condizione, numerosi cittadini statunitensi colpiti dalla crisi hanno fatto ricorso nelle ultime settimane al Web. Secondo Pew, circa il 69% degli adulti americani ha utilizzato la Rete per cercare aiuto, notizie e suggerimenti per risolvere i propri problemi finanziari e contrastare così la recessione.

«Gli utenti di Internet si trovano nel mezzo di una doppia sfida in questa recessione. Stanno cercando suggerimenti pratici ed efficaci su come poter sopravvivere e vanno online anche per capire che cosa non abbia funzionato e quali politiche potrebbero rimettere in sesto l’economia. In molti casi, Internet è anche una buona risorsa per fornire nuove idee per affrontare i tempi difficili e costituisce una valida fonte per ottenere le opinioni degli esperti» ha dichiarato Lee Raine, responsabile del Pew Internet and American Life Project e coautrice del rapporto “The Internet and the Recession” da poco pubblicato.

La recessione negli Stati Uniti ha incentivato l’utilizzo della Rete su numerosi fronti. I dati statistici rivelano come il 67% degli utenti abbia utilizzato Internet per trovare un dato bene o servizio al prezzo più basso disponibile sul mercato. Il 52% ha invece sfruttato le potenzialità del Web per raccogliere notizie, analisi e informazioni per avere un’idea completa e articolata della crisi economica, mentre il 41% ha condotto ricerche per trovare un nuovo posto di lavoro.

Il 40% degli intervistati ha intensificato le ricerche online dei buoni per ottenere sconti e promozioni commerciali, il 27% è andato alla ricerca di suggerimenti e consigli per aumentare i propri guadagni o per ottenere un valido secondo lavoro per rimpolpare i conti e arrivare a fine mese. Un utente su quattro ha invece utilizzato la Rete per ottenere informazioni utili per salvaguardare al meglio i propri investimenti, proteggendoli dai venti gelidi della crisi.

Stando ai dati forniti dal report, Internet non si rivela solamente una risorsa per ottenere consigli e informazioni, ma anche una valida fonte per raccogliere un po’ di denaro. Il 23% del campione statistico analizzato da Pew ha utilizzato siti di annunci e aste online per vendere parte dei propri averi a testimonianza delle difficoltà nell’ottenere la liquidità necessaria per affrontare le spese quotidiane. Nel 3% dei casi, la Rete è stata anche utilizzata per ottenere informazioni e moduli per istituire una procedura di bancarotta.

Realizzata su un ampio campione statistico, circa 2.250 intervistati, la ricerca del Pew Internet and American Life Project dimostra come il Web sia divenuto uno strumento fondamentale per affrontare i difficili momenti della crisi economica. In questo senso, il semplice abbonamento per l’accesso alla Rete non è più un bene accessorio, ma una risorsa fondamentale per ottenere informazioni e pianificare le proprie strategie per mantenere in ordine i bilanci, sia di famiglia che legati al comparto business.