Esquire Magazine interattivo

di Carla Astengo

scritto il

Per la prima volta nella storia della popolare rivista maschile, il nuovo numero esce con un rivoluzionario supplemento "reality"

Il numero di dicembre del magazine maschile Esquire è più insolito ed innovativo che mai: lo studio di design Psyop, per quest’edizione della rivista ha sviluppato l’AR-technology (Augmented Reality), che consente di vedere il contenuto extra virtuale dei vari articoli, direttamente sulla web-camera.

Basta semplicemente scaricare e attivare l’applicazione: subito dopo l’articolo appare letteralmente animato. Le animazioni vedono coinvolti l’attrice Gillian Jacobs, l’attore Jeremy Renner e l’ospite della copertina, Robert Downey Jr. Inclinando e muovendo la rivista cartacea davanti alla web-camera, si potrà osservare la reazione dei personaggi e dei caratteri animati.

Per l’Esquire questo prezioso esperimento rappresenta il tentativo di combinare realtà virtuale con una stampa statica, arricchendo la pubblicazione con contenuti vivaci e dinamici.

Peraltro, questa versione pilota dell’AR preannuncia un radicale cambiamento qualitativo del format cartaceo. Tanto più che, l’applicazione “add real” offre alle riviste l’opportunità di espandere significativamente il loro contenuto in uno spazio limitato e di pubblicare anche ciò che spesso viene tralasciato.

Tuttavia, non si tratta del primo esperimento di questo tipo. In Russia, ad esempio, il recente progetto “ProSvet” di Dmitry Dibrova, seppur di livello tecnologico meno sofisticato, ha proposto una rivista da leggere, ascoltare e guardare.