RIM BlackBerry: Thorsten Heins presenta le novità

di Floriana Giambarresi

scritto il

Thorsten Heins sul palco del BlackBerry DevCon Europe 2012 ha illustrato le novità RIM: PlayBook 2, BlackBerry 10 e qualche dato di mercato.

Si è svolto ad Amsterdam il BlackBerry DevCon Europe 2012, ovvero il nuovo appuntamento annuale dell’evento esclusivamente dedicato ai prodotti di RIM, che ha visto la partecipazione di oltre 2mila sviluppatori ed è stato presentato da Thorsten Heins, nuovo CEO dell’azienda per la prima volta sul palco nel nuovo ruolo da amministratore delegato.

Tante le novità illustrate da Thorsten Heins per il rilancio nei prossimi mesi dei BlackBerry, che stanno vivendo da mesi un periodo di difficoltà sul mercato a causa dell’agguerrita concorrenza, individuabile in iPhone, iPad, smartphone e tablet Android. Una delle novità più importanti del 2012 è legata al prossimo debutto di BlackBerry 10, nuova versione del sistema operativo proprietario che punterà su una profonda integrazione tra OS, dispositivi e servizi sul cloud che Research in Motion offre e offrirà in futuro.

Nel corso del BlackBerry DevCon Europe 2012, particolare attenzione è stata dedicata anche ai dispositivi con “cuore” BlackBerry 7: l’azienda canadese ha organizzato dei corsi tenuti da un team di sviluppatori riguardanti in particolare la nascita di applicazioni native HTML5 su BlackBerry, e si è focalizzata anche sullo sviluppo delle app Android che nelle prossime settimane saranno disponibili su BlackBerry PlayBook.

Heins ha aperto il keynote sottolineando che con Blackberry gli sviluppatori possono guadagnare poiché vi sono “75 milioni di persone che cominciano la loro giornata accendendo il BlackBerry”. RIM vuole sostenere maggiormente la comunità di developer e puntare così alla crescita dei suoi smartphone soprattutto sul territorio EMEA. I BlackBerry vanno bene sui mercati di vari paesi, dall’Olanda al Regno Unito, Spagna, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Sudafrica e Kuwait.

Alec Saunders, vicepresidente e direttore delle relazioni con gli sviluppatori, ha tenuto a precisare che le analisi che vedono i BlackBerry in crisi sul mercato sarebbero “leggende metropolitane“. Heins ha commentato ulteriormente spiegando che vi è un gran potenziale nel mercato degli smartphone e che vi è ancora spazio per inserirvi. La sfida a iOS e Android è lanciata: “Siamo concentrati sul futuro. Siamo qui per ascoltare, innovare e competere: non ci siano dubbi su questo”.

A proposito di tablet, RIM è al lavoro su BlackBerry PlayBook 2, ovvero la nuova generazione del prodotto. Secondo quanto comunicato, l’azienda sta lavorando per rinnovare l’ambiente di navigazione e sono state integrate applicazioni per le email e le funzioni social, con particolare focus su BlackBerry Messenger. La dimostrazione del tablet PlayBook 2.0 ha strappato applausi tra gli sviluppatori.

Infine, si segnalano i successi di BlackBerry App World, ovvero lo store virtuale che consente di scaricare applicazioni per i dispositivi di RIM: secondo quanto comunicato, conta ora più di 60.000 app, ha registrato circa 2 miliardi di download in totale, ovvero 174 milioni al mese, e il 13% degli sviluppatori ha guadagnato più di 100.000 dollari dalle applicazioni pubblicate su App World.