Non si fermano i crimini commessi in Rete

di Marianna Di Iorio

scritto il

Gli analisti di Kaspersky Lab hanno reso noto l'ultimo rapporto relativo alla diffusione delle minacce alla sicurezza informatica

Nel 2007 i cybercriminali continueranno ad essere attivi nella creazione e nell’utilizzo di virus Trojan. Ad essere colpiti maggiormente saranno gli utenti che utilizzano sistemi per il pagamento online. Virus e spam, inoltre, continueranno a lavorare insieme per infettare i computer, soprattutto quelli utilizzati in azienda.

Sono questi i risultati dell’ultimo rapporto di Kaspersky Lab, “Malware Evolution: January – March 2007”, relativo alla diffusione delle minacce alla sicurezza informatica, nel primo trimestre del 2007.

Grazie ai risultati raccolti, gli analisti hanno potuto prevedere cosa ci aspetta nei prossimi mesi. Secondo il team di Kaspersky Lab il rilascio di Vista sarà il fattore che maggiormente influenzerà la sicurezza informatica nel 2007.

Inoltre, le vulnerabilità dei browser e dei sistemi di posta elettronica continueranno ad essere sfruttate da spammer e hacker, mentre crescerà in maniera significativa il numero di programmi infetti per i sistemi operativi, in particolar modo per MacOS.

Le medie e grandi aziende saranno quelle ad essere maggiormente colpite, ma anche quelle di piccole dimensioni dovranno fare i conti con diversi problemi legati alla sicurezza.

Ad ogni modo, i programmi infetti cambiano costantemente e i criminali della Rete riescono a trovare nuove modalità per far cadere gli utenti nella trappola. Le difficoltà riscontrate alla fine del 2006 dalle aziende che producono antivirus ne sono una dimostrazione.