Adozione della banda larga nelle imprese

di Marianna Di Iorio

scritto il

Uno studio di ThinkTel analizza l'adozione della banda larga nelle imprese e ne rileva un numero elevato in quelle fino a 249 dipendenti

L’89% delle imprese con un numero di dipendenti compreso tra 100 e 249 utilizza la banda larga.

Questo è solo uno dei risultati di uno studio di ThinkTel, organizzazione che raggruppa diversi esperti e giornalisti che affrontano ricerche sui temi dell’information technology e delle telecomunicazioni.

L’indagine “Banda Larga nelle PMI: produttività e competitività”, condotta lo scorso anno, è stata presentata ieri nel corso di un incontro organizzato presso la sede di Assolombarda, sul tema “la banda larga al servizio della produttività”.

Su un campione di 1006 imprese, il 51,2% delle aziende fino a 19 dipendenti ha dichiarato di aver adottato la banda larga all’interno del proprio ufficio, mentre la percentuale sale al 59% nelle imprese fino a 49 addetti e al 73% in quelle con un numero di dipendenti compreso tra 50 e 99.

Inoltre, gli intervistati, in una scala di valutazione da 1 a 6, hanno dichiarato di ottenere dalla banda larga i maggiori benefici per quanto riguarda i costi (3.4), la produttività (3.2), l’efficienza (3.1) e, infine, i ricavi (3.0).

Il numero più alto di dipendenti (43,8%) delle PMI che non hanno ancora implementato la banda larga ha dichiarato di non sapere se nei prossimi mesi la propria azienda si sposterà verso quello direzione, mentre il 15,2% ha affermato che entro i prossimi 12 mesi la banda larga sarà adottata.

Per quanto riguarda le prospettive per il futuro, le imprese attendono una migliore assistenza, un dimezzamento dei prezzi, un raddoppio di banda a parità di prezzo e una migliore stabilità e maggiori prestazioni delle applicazioni.