Il mouse che legge la mano

di Paolo Iasevoli

scritto il

Secondo Fujitsu, i computer aziendali sarebbero protetti meglio da dispositivi biometrici in grado di riconoscere il palmo della mano degli utenti... attraverso il mouse PalmSecure

Dimenticate username e password. E dimenticate anche i sistemi che riconoscono l’iride o le impronte digitali.

Fujitsu è fermamente convinta che il migliore sistema di accesso per i computer della rete aziendale sia costituito da scanner biometrici in grado di leggere – letteralmente – la mano delle persone che si accingono ad usare il PC.

Per questo Fujitsu ha rinnovato la sua linea di prodotti PalmSecure aggiungendo un nuovo dispositivo che punta tutto sulla praticità. Si tratta infatti di un mouse, che incorpora direttamente al suo interno lo scanner biometrico, eliminando così la necessità di avere sulla scrivania uno strumento dedicato esclusivamente alla gestione degli accessi.

Per ottenere l’autorizzazione ad accedere al PC, è sufficiente appoggiare la mano sul mouse e lo scanner ad infrarossi rileva immediatamente la conformazione delle vene del palmo, confrontandole con quelle inserite nel database. In base al riconoscimento, saranno assegnati i giusti permessi all’utente. Il tutto nel giro di un secondo.

A differenza dei suoi predecessori, il nuovo sistema non prevede un server centrale per la gestione delle autenticazioni. Questo vuol dire che i database con le informazioni sugli utenti risiedono su ogni singolo computer, rendendo il sistema più flessibile ma rendendo impossibile una gestione centralizzata.

Compatibile con Windows e i sistemi di autenticazione OmniPass di Softex, il mouse è venduto a un prezzo di 265 dollari.

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti