Indagine Sophos: più pagine web infette

di Marianna Di Iorio

scritto il

Nel Rapporto di Sophos, relativo alle minacce che hanno colpito la Rete nel primo semestre del 2007, è stato rilevato un incremento delle pagine web infette

Nel primo semestre del 2007 è stato rilevato un forte incremento delle minacce provenienti dalle Rete. Soltanto nel mese di Giugno sono state individuate circa 29mila nuove pagine infette al giorno.

Sono questi alcuni dei risultati pubblicati da Sophos nel nuovo “Rapporto sulla sicurezza” relativo al primo semestre del 2007.

Su un campione di un milione di pagine web, il 28,8% ospitava malware, il 19,4% era stato creato dagli spammer, mentre il 4,3% era stato catalogato come illegale perchè riguardava la vendita di software pirati o truffe online.

Tra tutti i siti web, solo uno su cinque era stato creato per scopi illeciti. Infatti, l’80% era composto da siti legali controllati da hacker.

Tra i Paesi che hanno ospitato il maggior numero di pagine web colpite da virus, la Cina detiene il triste primato (con il 53,9%), seguita da Stati Uniti (27,2%) e Russia (4,5%).

«Vista l’enorme percentuale di pagine web infette, ben l’80%, ospitate su siti legittimi, sorge spontanea la domanda sul perchè i gestori di spazio web non stiano adottando le dovute contromisure per rendere sicuri i propri server», ha così commentato Walter Narisoni, Security Consultant di Sophos Italia.

Ad ogni modo, in una classifica degli strumenti utilizzati per minacciare la sicurezza aziendale e quella degli utenti privati, le email contenenti malware occupano, sicuramente, il primo posto.

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti