Dispositivi mobili: a rischio la sicurezza

di Marianna Di Iorio

scritto il

Gli utenti aziendali utilizzano i propri dispositivi mobili senza considerare i potenziali rischi legati alla sicurezza. A rivelarlo è un nuovo studio di Cisco

Un numero notevole di utenti aziendali non si preoccupa dei problemi di sicurezza legati all’uso di dispositivi mobili.

A rivelarlo è un nuovo studio pubblicato da Cisco con la collaborazione di National Cyber Security Alliance (NCSA).

In particolare, il team che ha condotto la ricerca ha analizzato 700 utenti business che utilizzano dispositi mobili di Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Cina, India, Corea del Sud e Singapore.

Le conclusioni dell’indagine hanno, appunto, posto in evidenza la necessità delle imprese di comprendere effettivamente i potenziali problemi di sicurezza legati al mobile.

Dallo studio è emerso che il 73% degli intervistati ha dichiarato di non aver sempre considerato le questioni di sicurezza nel momento in cui utilizzava i dispositivi senza fili, mentre il 28% ha ammesso di non aver mai pensato di utilizzare le procedure di sicurezza raccomandate dall’azienda.

Secondo quanto riportato nell’indagine, tra i principali problemi che coinvolgono il settore mobile rientra sicuramente la pratica di aprire messaggi di posta elettronica o gli allegati da fonti sconosciute. Infatti, il 44% del campione ha dichiarato di aver aperto, almeno una volta, un messaggio o un allegato di cui non conosceva la provenienza.

Per il 76%, inoltre, parte del problema risiede nella difficoltà di riconoscere un messaggio legittimo da uno contenente una minaccia alla sicurezza.

Ad ogni modo, gli studiosi esortano gli utenti ad aver cura dei dati sensibili che circolano sui loro dispositivi mobili e consigliano alle imprese di pianificare una strategia per combattere gli eventuali incidenti.

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso