Archiviazione dati con HP Lefthand

di Ermanno Cece

scritto il

L'esperienza di Drive Service, Pmi attiva nel settore del Fleet Management, fornisce utili spunti per l'utilizzo della tecnologia HP

Fortunatamente, anche in periodo di crisi sono tante le aziende italiane che riescono a sperimentare una solida crescita, che però le porta a dover migliorare i propri processi operativi per mantenersi competitive diversificando prodotti e servizi, con standard qualitativi sempre più elevati. In questo contesto si creano, tra le altre, due esigenze fondamentali: gestire il patrimonio crescente di dati e documenti e rafforzare l’infrastruttura storage in azienda.

La soluzione SAN Lefthand di HP

Per supportare le aziende nell’implementazione di un progetto di ampliamento della Storage Area Network (SAN) dedicata alla gestione ed archiviazione dei documenti, HP mette a disposizione una linea di prodotto ad hoc – HP LeftHand P4000 SAN – che offre un approccio innovativo alla disponibilità dei dati, riducendo i rischi senza aumentare i costi.

Descriviamone alcune funzionalità tecniche. Anzitutto, HP P4000 SAN è costruita su un ‘ architettura storage “in cluster”, che consente di scalare capacità e prestazioni in modo lineare senza che si verifichino tempi di fermo o colli di bottiglia, o che siano richiesti aggiornamenti costosi.

Inoltre, un “RAID di rete” distribuisce e crea multiple copie dei dati tra i nodi storage nei cluster. In tal modo, le applicazioni hanno continua disponibilità di dati anche in caso di problemi, come difetti di alimentazione, rete, disco o dell ‘ intero nodo di storage.

Ancora, il “Thin Provisioning” aumenta l’efficienza dello storage allocando lo spazio solo quando i dati vengono effettivamente scritti aumentando l ‘ efficienza globale SAN e riducendo i costi.

Infine, gli “snapshot”, creando copie istantanee dei dati, in base ai volumi, semplificano la protezione dei dati. In particolare, ciò consente agli amministratori di sistema di accedere ad essi per recuperare singoli file o cartelle dal volume, oppure ripristinare un intero volume allo stato precedente.

Case History Drive Service

Un caso di successo nell ‘ implementazione della soluzione proposta da HP è rappresentato da Drive Service, operante nel mercato italiano del Fleet Management, fornendo servizi di gestione delle flotte aziendali ad alcune delle più grandi imprese italiane e ad operatori specializzati nelle attività di leasing auto.

Drive Service offre una gamma completa di servizi specializzati che spaziano dal noleggio e manutenzione delle auto alla gestione di polizze e sinistri fino ai servizi amministrativi (gestione bolli, carburanti e multe) e alla consulenza per la definizione di politiche aziendali del parco auto.

L’esigenza Storage

L’azienda ha sede a Roma e un secondo ufficio a Milano, impiega in tutto circa 200 dipendenti. Lo scorso anno, inoltre, ha aperto una nuova sede a Madrid. Incrementando progressivamente il parco clienti ed elevato il livello e la varietà dei servizi offerti. Da qui l’esigenza di gestire una mole di dati notevole e diversificata (polizie auto, fatture, assicurazioni, pratiche di noleggio e ordini…) con la conseguente necessità di rafforzare l ‘ infrastruttura storage presente in azienda.

In sostanza, Drive Service aveva la necessità di aggiungere volume senza creare problemi di produzione e di limitare l’impatto tecnologico nei confronti delle risorse interne disponibili cercando, nel contempo, di contenere i costi.

L’implementazione

Per avviare un progetto di ampliamento SAN, l’azienda si è rivolta a G.D. Grafidata, HP Gold Preferred Partner, che l’ha assistita nelle attività di individuazione e installazione di un’unità HP Lefthand P4300 per amministrare grandi quantità di dati – circa 40.000 pagine al mese – garantendo prestazioni, affidabilità, convenienza e semplicità di utilizzo.

La scelta è ricaduta sul prodotto soprattutto per le sue caratteristiche di scalabilità: HP Lefthand P4300 consente di adattarsi nel tempo ai volumi di business delle aziende che l’adottano, con la possibilità di soddisfare al meglio le necessità in evoluzione degli utenti.

I risultati

Il progetto ha consentito a Drive Service di potenziare la propria infrastruttura storage, ottenendo un miglioramento degli standard di protezione dei dati aziendali. Nello stesso tempo, si è avvertita una semplificazione delle attività a carico del personale IT, con conseguente riduzione di tempi e costi legati alle attività di gestione e manutenzione.

Inoltre, in caso di necessità l’azienda può avvalersi di un servizio di assistenza (HP Care Pack) veloce ed affidabile, esteso a tre anni. A seguito dei riscontri positivi, Drive Service sta già riflettendo se implementare una seconda unità HP Lefthand da dedicare alla virtualizzazione!