Quota 100: ferie e legge 104

Risposta di Barbara Weisz

Loredana chiede:

Lavoro presso un Ente locale: aderendo alla pensione con quota 100, perdo il beneficio della legge 104/1992 e le ferie non godute? Mi vengono riconosciuti i due mesi per ogni anno della mia invalidità?

La quota 100 è una forma di pensione anticipata, quindi lei deve valutare, in base ai requisiti che ha, se è per lei l’opzione migliore o se invece le conviene aspettare la pensione anticipata con i benefici della legge 104.

Le ferie non godute e tutte le altre voci della busta paga, vengono trattate esattamente come in qualsiasi altro caso di interruzione del rapporto di lavoro per pensionamento, quindi le saranno pagate.

Per quanto riguarda la valorizzazione dei due mesi di contributi figurativi in più che spetta ai lavoratori tutelati dalla legge 104, sono validi ai fini della maturazione del requisito per la quota 100. La norma (articolo 14, dl 472019) non prevede l’esclusione di alcuna tipologia di contributi, quindi nel calcolo dei 38 anni di versamenti minimi necessari per il diritto alla quota 100 si possono inserire anche i contributi figurativi da legge 104.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz