Tratto dallo speciale:

Ericsson: Smart Manufacturing, 5G al centro della fabbrica digitale

di Redazione PMI.it

scritto il

Qual è il potenziale del 5G per la fabbrica digitale? Trend, previsioni, ambiti applicativi e casi concreti nel webinar Ericsson per "Operazione Risorgimento Digitale".

Pilastro fondamentale della trasformazione digitale, lo Smart Manufacturing rappresenta il presente e il futuro del settore industriale. Con il termine Industria 4.0, infatti, si intende l’insieme delle tecnologie e delle innovazioni volte a velocizzare e migliorare i processi produttivi, rendendo possibile l’automazione dei flussi di lavoro e la collaborazione proficua tra macchinari e persone.

La fabbrica digitale è al centro del webinar dal titolo “Smart Manufacturing”, a cura di  Ericsson nell’ambito di “Operazione Risorgimento Digitale”, la grande alleanza di oltre 40 istituzioni e imprese promossa da TIM per superare il digital divide culturale nel nostro Paese. La multinazionale affida a Riccardo Mascolo, Direttore Strategia e Key Account Manager 5G per le industrie in Italia e nel Sud Europa, il compito di illustrare i trend, gli scenari applicativi e soprattutto i casi concreti legati all’implementazione della tecnologia 5G in ambito industriale. => Guarda il webinar

Ai dipendenti delle PMI Operazione Risorgimento Digitale offre Digital Skills, il corso di formazione in modalità e-learning che prevede la certificazione con rilascio dell’Open Badge. La fruizione dell’intero percorso attesta l’acquisizione delle 21 competenze digitali relative alle 5 aree di competenza del Framework DigComp 2.1: Informazione, Comunicazione, Creazione di contenuti, Sicurezza e Problem Solving. La partecipazione a Digital Skills è gratuita. Per iscriverti vai QUI

Smart Manufacturing: trend globali e tendenze di mercato

Il 5G è la piattaforma di innovazione alla base della fabbrica digitale. Da oggi al 2026 si ipotizza una crescita del 60% della popolazione mondiale con accesso al 5G, tanto che gli abbonamenti 5G nel mondo ammonteranno a 3.5 miliardi. Il traffico dei dati mobili è destinato a crescere quattro volte di più rispetto alle tecnologie precedenti. Ericsson individua due macro-trend per il prossimo quinquennio:

  • Internet of Skills: è la rete delle capacità, che permette di trasmettere e scambiarsi molteplici abilità grazie alla bassissima latenza e alla elevata stabilità.;
  • Sistemi Cyberfisici: sono i sistemi tecnologici intelligenti composti da sottosistemi che interagiscono fra loro e con l’ambiente fisico, facendo da ponte tra il mondo reale e il mondo virtuale. Gli oggetti fisici, ad esempio, sono affiancati dalla propria rappresentazione nel mondo digitale virtuale (Digital Twin, gemello digitale).

La centralità del 5G nella fabbrica digitale

Lo Smart Manufacturing si compone di tre elementi fondamentali che integrati creano valore: 5G, Cloud e Intelligenza Artificiale. Le reti 5G dedicate, in particolare, consentono la digitalizzazione del comparto industriale e sono numerosi i settori che possono beneficiare di questa tecnologia: difesa, trasporti, logistica, utilities, sanità, manifatturiero, comparti differenti che hanno in comune la necessità di avere nel loro contesto reti specifiche, con la garanzia di affidabilità e sicurezza. È proprio su queste reti che si costruisce il percorso di digitalizzazione di una impresa o di un’industria.

Le sfide da affrontare per attuare la trasformazione digitale nell’industria sono numerose. In ambito business, ad esempio, le strategie di innovazione, l’ottimizzazione e la ricerca di maggiore sostenibilità rappresentano tre aspetti chiave, mentre dal punto di vista della tecnologia gli ostacoli maggiori sono dati dalla sicurezza, dall’innovazione digitale e dalla flessibilità delle soluzioni adottate.

I produttori, inoltre, devono superare alcune criticità non banali per rendere operativa la fabbrica smart, come la personalizzazione del prodotto, la sicurezza dei dati, la mancanza di competenze ma anche le criticità date dalla produttività ormai satura. Il sentiment generale, in ogni caso, è ottimista: l’86% degli intervistati nell’ambito di una ricerca Deloitte-Ericsson del 2019, infatti, ritiene che le iniziative Smart Factory guideranno la competitività nei prossimi cinque anni.

5G in azione: esperienze e casi d’uso

La rete 5G è un potente abilitatore che permette all’azienda di progettare, produrre e innovare, generando benefici tangibili. Nel corso del webinar vengono proposti alcuni casi di studio concreti, come ad esempio quello di Comau, Ericsson e TIM che hanno collaborato al progetto “La fabbrica del futuro”, per realizzare robot industriali connessi con rete cellulare dedicata e controllati in Cloud. In questo caso il 5G è stato un driver abilitante per la trasformazione digitale dell’ambiente industriale. Nella 5G Smart Factory di Ericsson in Texas, infine, gli impianti di sono stati potenziati con la rete 5G garantendo una produzione agile e flessibile.

Lo spettro dei casi d’uso delle tecnologie 5G nell’ambito della Smart Factory comprende il monitoraggio delle situazioni a rischio, la robotica collaborativa, i servizi video avanzati, la realtà aumentata (AR), il monitoraggio e tracciamento, l’automazione in tempo reale e il gemello digitale (Digital Twin).