Tratto dallo speciale:

Bando IPCEI per progetti innovativi: finanziamenti fino al 100%

di Redazione PMI.it

scritto il

Domande entro il 14 maggio per il bando IPCEI del MiSE per il finanziamento di progetti altamente innovativi: requisiti e regole.

Ultimi giorni per le imprese interessate ai progetti innovativi nell’ambito dell’iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico, e delle istituzioni UE, denominata IPCEI (Importante Progetto di Interesse Comune Europeo). Entro il 14 maggio possono presentare manifestazioni di interesse per progetti altamente innovativi su infrastrutture digitali e servizi cloud. Tutte le indicazioni operative si possono consultare sul portale del Mise.

=> Transizione 4.0: guida completa agli incentivi fiscali

I progetti presentati, se entreranno a far parte di un IPCEI, potranno ricevere sostegno finanziario fino al 100% dei costi ammissibili. Devono riguardare le aree Infrastructure, Cloud Platform and Services, Cloud Edge Continuum, e in particolare le seguenti applicazioni:

  • protezione dei dati,
  • cybersecurity,
  • smart mobility,
  • efficienza energetica e sostenibilità ambientale,
  • industria 4.0,
  • aerospazio,
  • salute.

Le manifestazioni di interesse vanno inviate, come detto entro il 14 maggio, all’indirizzo PEC dgpiipmi.div05@pec.mise.gov.it, compilando il file “Scheda Progetto IPCEI CIS“. Il ministero sottolinea che saranno prese in considerazione solo le manifestazioni di interesse presentate da singole imprese su proposte concrete altamente innovative negli ambiti sopra individuati, accompagnate dalla Scheda di Progetto compilata in modo esaustivo, che  descriva compiutamente quel che si intende realizzare (si consiglia la compilazione in lingua inglese).

=> Competence center: innovazione a portata di PMI

Alcune caratteristiche di base che i progetti devono avere:

  • significativo e dirompente contenuto di innovatività che vada oltre lo stato dell’arte a livello mondiale;
  • importante fase di R&S&I (Ricerca, Sviluppo e Innovazione): potrà avere una prima fase di sviluppo industriale di nuove tecnologie o prodotti (il primo sviluppo industriale si riferisce alla transizione da impianti pilota a impianti su larga scala o alle prime attrezzature e impianti del loro genere che coprono le fasi successive alla linea pilota, compresa la fase sperimentale). Le successive fasi di produzione di massa e le attività commerciali devono essere incluse nel progetto ma non sono ammissibili per ricevere contributi pubblici;

L’impresa deve anche impegnarsi a diffondere le nuove conoscenze acquisite nell’ambito dell’opera finanziata, al di là dei propri clienti e fornitori.

I Video di PMI