Napoli: hub per la sicurezza informatica

di Redazione PMI.it

scritto il

A Napoli il nuovo polo multidisciplinare per combattere il cybercrime e aiutare le aziende a prevenire il rischio informatico.

Accenture ha inaugurato a Napoli il nuovo Cyber Fusion Center, polo multidisciplinare d’eccellenza che rappresenta un’evoluzione del Security operation center e che si propone di rispondere alle crescenti esigenze di innovazione che arrivano dal mercato sulla sicurezza informatica.

=> Sicurezza email: reagire subito è il segreto

Come ha sottolineato Fabio Benasso, presidente e amministratore delegato di Accenture Italia, il Cyber Fusion Center rappresenta un vero e proprio hub dell’innovazione in grado di interagire con le istituzioni, le aziende e il mondo accademico, così come di attrarre e valorizzare i talenti locali favorendo innovazione e crescita in tutto il Paese.

Potendo contare su una superficie di 600 mq, i professionisti di Accenture operano a stretto contatto con i clienti sviluppando nuove strategie e soluzioni per contrastare, e prevenire, la criminalità informatica. Allo stato attuale Accenture impiega 16mila dipendenti in Italia, cifra destinata a crescere entro la fine del 2020 anche incrementando il numero di talenti nel nuovo centro.

Il centro si caratterizza per la presenza di una Cyber Monitoring & Response Bay, attiva h24 per monitorare gli attacchi in atto a livello globale, ma anche un hacker corner per testare i livelli di sicurezza dei clienti prevedendo le mosse degli hacker, una war room e una customer lounge per ospitare incontri con le aziende.

Dopo l’apertura degli Advanced Technology Center di Napoli e Cagliari – ha affermato Benasso – con l’inaugurazione di questo centro dedicato alla cyber security Accenture conferma il suo impegno a investire anche nel Mezzogiorno.

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali