Doodle 4 Google, avanti con l’energia

di Barbara Weisz

scritto il

Avanti con l'energia è il titolo del disegno che ha vinto il concorso Doodle for Google dedicato ai 150 anni dell'Unita d'Italia. Ai ragazzi di elementari, medie, e superiori è stato chiesto di immaginarsi l'Italia fra 150 anni.

Se qualcuno si aspettava disegni avvenirisitici, con robot e astronavi spaziali, è certamente rimasto sorpreso (ma qualche navicella, con tanto di extraterrestri, in effetti c’è). Il futuro dell’Italia, secondo gli studenti, è fatto di energia. Pulita. E’ il risultato del concorso Doodle 4 Google, lanciato lo scorso aprile, che chiamavano i ragazzi a cimentarsi con il difficile, ma divertente (come dimostrano i lavori) compito di immaginarsi l’Italia fra 150 anni. Hanno vinto i bambini di una scuola elementare delle Marche, la Borgo Rosselli di Porto San Giorgio, con un disegno emblematicamente intitolato: “Avanti con l’energia”.

L’acqua, il sole, il vento, questi gli elementi che nella fantasia dei ragazzi caratterizzeranno il nostro ambiente fra 150 anni. Un’Italia «che mette al bando sprechi e forme di inquinamento, per riconquistare quanto di più bello caratterizza il proprio paesaggio» hanno scritto, a commento del loro lavoro.

Quello dell’ambiente è uno dei temi maggiormente rappresentati fra i 30 lavori che sono stati selezionati per la fase finale da una giuria tecnica composta da Lorenzo Jovanotti, Dario Vergassola, Giovanni Minoli (giornalista e dirigente Rai) Anna Mattirolo (direttrice museo Maxxi di Roma), e Giuseppe Pierro, esperto del Miur, il ministero.

Con una battuta legata alla cronaca degli ultimi giorni, si potrebbe dire che i ragazzi hanno dimsotrato di sapere ragionare… più veloci della luce. Perchè questi disegni sull’ambiente e sull’energia sono stati pensati, e anche votati, ben prima che i fisici del Cern comunicassero al mondo i risultati sull’esperimento in cui i neutrini hanno superato la velocità della luce.

A questo proprosito, uno dei 10 finalisti della categoria delle scuole elementari, si intitola “Un regalo speciale”, rappresenta un’Italia fatta di ambiente, tecnologia, storia (con una bella Torre di Pisa, il monumento che compare più spesso nei disegni) ma soprattutto da un umano e da un alieno che si stringono la mano. Perchè, secondo i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Statale “Centro 1” di Brescia «l’Italia fra 150 sarà raggiunta dagli alieni, che fraternizzeranno con gli umani» e «farnno loro un regalo davvero speciale». Quale? «La capacità di viaggiare nel tempo».

Per la categoria degli studenti delle medie il vincitore è un disegno dell’istituto comprensivo A.Gramsci, di Aprilia, che si può tranquillamente definire di notevole spessore: si intitola “W i nuovi simboli” si vedono due persone, un bambino e un adulto, stilizzate, impegnate nel lavoro di disegnare una bandiera con la scritta: Google. Perchè «il simbolo dell’Italia tra 150 anni sarà coincidente con l’effigie di una nuova bandiera libera da stemmi regali e affidata a un coro di voci impegnate ad un dibattito aperto al confronto». Un bella definizione di Internet, non c’è che dire.

Per le superiori, dove ai temi dell’ambiente, della storia e della solidarietà si uniscono concetti più complessi, come la giustizia, l’Europa, «l’abbandono del pregiudizio verso lo sviluppo di nuove culture», vince il disegno “I miti continuano”. Mister One, del liceo artistico statale P. Petrocchi di Pistoia, dimostra che la formazione artistica serve eccome quando si tratta di esprimersi attraverso le immagini, e propone un disegno complesso in cui compiaono anche due ritratti di Leonardo da Vinci e Giuseppe Garibaldi.

Al concorso, lanciato in aprile, hanno partecipato circa 15mila ragazzi, inviando 5mila opere. Fra i 30 finalisti (10 per ogni ordine scolastico) selezionati della giuria, il vincitore è stato scelto con un voto “popolare” espresso attraverso la rete dal 27 giugno al 15 settembre. Sono arrivati 165mila voti.

Il premio per i vincitori della Borgo Rosselli di Porto San Giorgio, oltre alla pubblicazione per l’intera giornata di oggi del Doodle sulla home page di Google, è rappresentato da 25mila euro in dotazioni tecnologiche per l’istituto scolastico.

I Video di PMI