Google, pronto il Centro Sicurezza di YouTube

di Francesca Mancuso

scritto il

Presentato da Google e YouTube il nuovo canale dedicato alle princiali temiticvhe della sicurezza sul web, in collaborazione con Save the Children e la Polizia di stato

Anche Google e YouTube affrontano il problema della sicurezza. Google ha infatti annunciato il lancio della versione italiana del Centro Sicurezza di YouTube, un apposito canale contenente consigli pratici e link che fungono da supporto contro i possibili rischi che corrono sulla rete.

Il sito si occupa delle principali tematiche tra cui la cittadinanza digitale, l’incitamento alla violenza via Web, la violazione della privacy, il cyber bullismo, fornendo spiegazioni, materiali e contatti utili per l’immediata segnalazione di eventuali abusi. Ma si pone anche contro l’uso scorretto delle risorse Web, fornendo appositi approfondimenti sull’argomento. Il servizio è accessibile dal link che si trova sulla parte inferiore di ogni pagina di YouTube.

All’iniziativa hanno preso parte istituzioni e organizzazioni coinvolte nel settore della sicurezza in Rete, tra cui Save the Children che dal 2002 è impegnata, con il progetto Stop-it, nella lotta contro lo sfruttamento sessuale dei minori su Internet e tramite Internet, il “114 Emergenza Infanzia” che accoglie le segnalazione di eventuali abusi sui minori, il “Telefono Azzurro” che affronta le problematiche legate a molestie, bullismo e cyber bullismo, il “Centro per lo Studio e la Prevenzione dei Disturbi dell’Umore e del Suicidio“, e infine la “Polizia Postale e delle Comunicazioni” per ciò che concerne la protezione degli adolescenti, i furti di identità, lo spam e il phishing.

Un lavoro importante e un contributo valido al problema, che riguarda cifre allarmanti. Sarebbero 2-3 miliardi le nuove pagine pubblicate sul web ogni giorno. Ciò, secondo gli esperti di Google, rende il monitoraggio dei contenuti di Internet praticamente impossibile.

«È nostro intento sensibilizzare sull’importanza di sentirsi tutti parte della comunità della Rete e di contribuire a un uso responsabile del web, segnalando tempestivamente ogni contenuto non appropriato», ha detto Marco Pancini, European Policy Counsel di Google per l’Italia. «Perché anche su Internet devono valere le regole di una cittadinanza responsabile e, così come nella vita reale, nessuno può essere spettatore passivo di episodi quali bullismo o violenza».

Un’altra iniziativa promossa da Google sugli stessi temi è la “Guida alla sicurezza online per la famiglia“, un manuale scaricabile in pdf che funge da supporto ai genitori nel mettere in guardia adolescenti e bambini sulle insidie del Web.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso