ToscanaFacile.it, portale unico di accesso ai servizi

di Francesca Mancuso

scritto il

Nato dalla collaborazione tra la Regione Toscana e il Cispel, il nuovo portale raccoglie online servizi di pubblica utilità, quali pagamenti e richieste di informazioni

Consultare le fatture, verificare la situazione dei pagamenti delle bollette e dell’acqua, dell’energia e dei rifiuti. Questi alcuni dei vantaggi offerti da ToscanaFacile.it, il nuuovo portale voluto da Regione Toscana e Cispel all’interno delle politiche di semplificazione amministrativa.

I toscani potranno quindi dimenticare le lunghe file agli sportelli pubblici o le noiose attese al telefono per chiedere informazioni o svolgere delle pratiche, perchè grazie al sito potranno farlo comodamente da casa. Oltre ai servizi già citati, quali la consultazione di fatture e i pagamenti delle bollette, sarà possibile anche conoscere in tempo reale le variazioni nell’erogazione dei servizi e verificare le procedure per svolgere le pratiche più comuni.

ToscanaFacile.it nasce grazie a un progetto denominato Ciut (Customer relationship management Integrato delle Utilities Toscane), con l’obiettivo di essere una piattaforma condivisa dalle aziende di servizio pubblico della Toscana, per rendere omogeneo il livello delle prestazioni e le informazioni da fornire ai cittadini dalle aziende e, di conseguenza, per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Nasce così un nuovo canale di comunicazione tra il cittadino e le aziende di servizio pubblico, con un sistema unico di accesso per controllare pagamenti consumi e tariffe, a fronte delle molte aziende con cui solitamente l’utente deve interfacciarsi, dall’acqua all’igiene urbana, dal trasporto pubblico al gas, dall’energia elettrica alla telefonia.

Il costo totale stimato del progetto è di un milione di euro, con un cofinanziamento della Regione Toscana di 400 mila euro. «Si tratta di un altro passaggio di assoluto rilievo per rendere più semplici le nostre giornate e assicurarci una qualità di vita migliore, con meno code, meno attese, meno complicazioni burocratiche – ha detto il vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli – Quando parliamo di semplificazione e sburocratizzazione non possiamo guardare solo al rapporto tra i cittadini, le imprese e gli uffici della Pubblica Amministrazione in senso più stretto, dobbiamo riuscire a migliorare anche le relazioni con le aziende che forniscono servizi di pubblica utilità».

I Video di PMI

Sanzioni per omessa Certificazione Unica