Progetto Seapass per il turismo ecocompatibile

di Roberta Donofrio

scritto il

Presentato l'atto conclusivo del progetto Seapass per l'installazione dei campi di ormeggio telematico a tutela dei fondali marini

Si sono concluse le attività del progetto SeaPass ? Sistemi Elettronici Applicati per la Protezione dell’Ambiente e lo Sviluppo Sostenibile.

Finanziato dall’Unione Europea tramite il Programma Interreg Iiia Italia-Grecia 2000-2006, l’obiettivo del Progetto è quello di diffondere delle best practices per lo sviluppo turistico e la protezione ambientale attraverso l’installazione di sistemi telematici e la realizzazione di campi di ormeggio ecocompatibili.

Otranto in Italia e Patrasso in Grecia, sono state le località scelte per promuovere anche al di fuori di Aree marine protette italiane, il sistema di tutela dei fondali del Mediterraneo.

Il successo dell’attività di promozione del Progetto Seapass deriva anche dalla partecipazione al progetto di Legambiente:«Il progetto Seapass ? dichiara Sebastiano Venneri ? Vicepresidente e Responsabile Mare dell’associazione – è la migliore dimostrazione che esistono soluzioni per consentire la fruizione sostenibile di aree di grande pregio naturalistico. Il sistema messo a punto consente ai diportisti di godere di più e meglio di posti tra i più belli del nostro Mare».

«La conclusione del progetto Seapass e le pratiche sperimentante ad Otranto e Patrasso ? ha dichiarato Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia ? ci lasciano ben sperare sulla possibilità che le buone prassi individuate nell’ambito del progetto possano essere mutuate nell’intero bacino del Mediterraneo».